Kakao della Corea del Sud raccoglie 90 milioni di dollari per offerte crittografiche

Mentre le istituzioni finanziarie sono state lente nell’adottare risorse crittografiche e tecnologie correlate, le società di social media sembrano essere innamorate. Come riportato in precedenza da Blockgeeks, Facebook con sede a San Francisco sta cercando di integrare la blockchain nel suo aspetto Connect e potrebbe anche lanciare una valuta digitale nei prossimi mesi. Nelle vicinanze, il toro di Bitcoin Jack Dorsey ha apparentemente espresso interesse nell’integrazione della rete Lightning nella società fintech Square e possibilmente Twitter. Più recentemente, un gigante dei social media in Corea del Sud ha svelato un’impresa nuova che potrebbe innescare l’adozione mainstream in Asia.

Milioni raccolti per la piattaforma social blockchain

Per a rapporto da Bloomberg, Ground X Corp, filiale blockchain dell’azienda tecnologica sudcoreana Kakao, ha appena concluso (annunciato pubblicamente) un aumento di 90 milioni di dollari, che è volato sotto il radar della maggior parte del pubblico. La filiale presumibilmente ha raccolto questa somma di quasi nove cifre nella classica modalità di avvio delle criptovalute, attraverso un’offerta di monete private, e prevede di aumentare un importo simile a partire da ora (12 marzo). È interessante notare che il ramo di Kakao presumibilmente ha colpito il suo obiettivo, secondo un commento di Jason Han di Ground X.

Queste aziende sono tutte coinvolte in qualche modo nella crittografia.

JP Morgan: la banca più grande del mondo

Facebook: la più grande piattaforma di social media al mondo

Kakao La più grande piattaforma di social media, messaggistica e ride-hailing della Corea del Sud

Fidelity, ICE, Bakkt, Julius Baer, ​​Shinhan e molti altri

Ancora una moda? https://t.co/BsPm3YnKZH

– Joseph Young (@iamjosephyoung) 11 marzo 2019

Kakao può ringraziare IDG Capital, Crescendo Equity Partners e Translink Capital, alcuni dei quali hanno espresso interesse per le criptovalute in precedenza, per il forte impulso al suo scrigno di guerra blockchain.

Con i 90 milioni di dollari iniziali e il secondo controllo previsto, la startup, la cui società madre Kakaotalk ha oltre 50 milioni di utenti attivi, intende prepararsi per il lancio a giugno della sua piattaforma blockchain. Parlando con Bloomberg, il CEO Han ha notato che Kakao intende mettere una delle sue offerte su Klaytn di Ground X, poiché l’offerta è stata soprannominata, ma ha aggiunto che i dettagli per questo progetto devono ancora essere approfonditi.

Pertanto, Klaytn inizierà la sua vita come piattaforma blockchain per applicazioni di terze parti, dai giochi alle app di viaggio, invece di un feed diretto a Kakao. Più specificamente, Ground X ha presumibilmente 26 partner, tra cui la società di giochi Wemade, il servizio di streaming Watcha e l’agenzia di viaggi Zanadu, in fila per l’integrazione..

Ci sarà un ampio spettro di servizi “, ha detto Han. “Stiamo continuando a conversare con Kakao” sull’introduzione delle sue app.

Chiudendo l’intervista, l’insider del settore spiega che intende vedere la base di utenti di Klaytn aumentare a 10 milioni nei prossimi 12 mesi.

Questa recente notizia arriva mentre Samsung, un’altra società tecnologica nella nazione asiatica, ha svelato la sua linea di punta Galaxy S10, che sfoggia un’offerta di criptovaluta semi-nativa. CoinDesk riferisce che Blockchain Keystore, come è stata nominata la prima applicazione di criptovaluta rivolta ai consumatori di Samsung, supporterà prima Ethereum e un set limitato di DApp.

Seguendo le orme crittografiche di LINE

Sembra che Kakao stia seguendo le orme della LINE con sede a Tokyo, che alcuni sostengono che l’anno scorso abbia spinto tutti i suoi chip nel ring delle criptovalute. A giugno, la società incentrata sui social media che ha centinaia di milioni di clienti ha fatto la sua prima incursione nella criptosfera, rivelando inaspettatamente piani per lanciare il cosiddetto scambio “BitBox” a un pubblico globale.

Solo un mese dopo che BitBox ha raggiunto i telefoni di milioni in quasi tutti i continenti, Unblock Corp, la filiale coreana di LINE focalizzata sulla blockchain, ha lanciato un fondo di venture token aziendale, che ha visto un investimento iniziale di $ 10 milioni.

Un altro mese è passato e LINE ha rivelato la sua visione per la propria “economia dei token” e l’ecosistema DApp il 28 settembre tramite un comunicato stampa che delineava le sue esatte aspirazioni. Una parte essenziale di questa economia basata sulla blockchain è LINK, una risorsa digitale basata sulla blockchain interna dell’azienda. L’azienda asiatica ha da allora svelato cinque applicazioni specifiche: Wizball, 4CAST, Pasha, TAPAS e Step, che sono tutte all’altezza dei loro nomi intelligenti.

Tutto ciò sottolinea solo il fatto che gli operatori storici del mondo tradizionale stanno iniziando ad accettare le criptovalute per quello che sono, invece di mettere da parte l’innovazione in un atto di paura o confusione.

Foto di rawkkim su Unsplash

TweetCondividi14CondividereWhatsApp

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me