Tasse sulla criptovaluta nel Regno Unito: una guida completa

L’anno scorso, Her Majesty’s Revenue & Customs (HMRC), il dipartimento per la riscossione delle tasse del Regno Unito, dimostrato che sta reprimendo i trader di criptovaluta che non hanno depositato il reddito associato alla loro attività di investimento in criptovaluta. HMRC ha inviato richieste di informazioni a scambi di alto profilo come CEX.IO e Coinbase, tra gli altri, nel tentativo di raccogliere dati sui cittadini del Regno Unito che potrebbero riportare in modo errato le loro tasse.

In questa guida, discutiamo di come il Regno Unito tratta le criptovalute come bitcoin dal punto di vista fiscale.

Criptovaluta e HMRC

Come affermato nella loro documento politico, HMRC vede la criptovaluta come una risorsa, non come una forma di valuta.

Le criptovalute (o “criptovaluta” come sono anche conosciute) sono rappresentazioni digitali di valore o diritti contrattuali protette crittograficamente che possono essere:

  • trasferito
  • immagazzinato
  • negoziato elettronicamente

Il Taskforce di Cryptoassets ha identificato tre diversi tipi di criptovalute:

  1. Gettoni di scambio
  2. Token di utilità
  3. Token di sicurezza

La stragrande maggioranza delle criptovalute, incluso il bitcoin, rientra nella categoria dei “token di scambio” e il Regno Unito ha stabilito linee guida chiare per i trattamenti fiscali di questi tipi di criptovalute.

Imposte sulle plusvalenze

Perché la crittografia viene trattata come una risorsa, imposte sulle plusvalenze applicare quando smaltisci la tua crittografia. Il Regno Unito non è solo in questa posizione. La maggior parte dei governi di tutto il mondo ha assunto una posizione simile con il trattamento fiscale delle criptovalute come bitcoin come capitale.

#Crypto ExchangeBenefits

1

Binance
Best exchange


VISIT SITE
  • ? The worlds biggest bitcoin exchange and altcoin crypto exchange in the world by volume.
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

2

Coinbase
Ideal for newbies


Visit SITE
  • Coinbase is the largest U.S.-based cryptocurrency exchange, trading more than 30 cryptocurrencies.
  • Very high liquidity
  • Extremely simple user interface

3

eToro
Crypto + Trading

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

In breve, quando vendi, scambi o smaltisci in altro modo le tue criptovalute, devi calcolare la tua plusvalenza o minusvalenza sulla transazione, proprio come faresti se vendessi un’azione.

Esempio 1:

Fred acquista 1 BTC per £ 6.000. Due mesi dopo, vende questo BTC per £ 7.000. Da questa transazione, Fred riceve una plusvalenza di £ 1.000 dallo smaltimento del suo BTC. Questo £ 1.000 è una forma di reddito imponibile.

Quando sono tassabili le transazioni crittografiche?

Ogni volta che smaltisci la tua criptovaluta, incorri in un evento tassabile. In altre parole, quando ti sbarazzi della tua criptovaluta, devi calcolare la plusvalenza o la perdita che hai subito dall’investimento.

#CRYPTO BROKERSBenefits

1

eToro
Best Crypto Broker

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

2

Binance
Cryptocurrency Trading


VISIT SITE
  • ? Your new Favorite App for Cryptocurrency Trading. Buy, sell and trade cryptocurrency on the go
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

#BITCOIN CASINOBenefits

1

Bitstarz
Best Crypto Casino

VISIT SITE
  • 2 BTC + 180 free spins First deposit bonus is 152% up to 2 BTC
  • Accepts both fiat currencies and cryptocurrencies

2

Bitcoincasino.io
Fast money transfers


VISIT SITE
  • Six supported cryptocurrencies.
  • 100% up to 0.1 BTC for the first
  • 50% up to 0.1 BTC for the second

HMRC considera quanto segue come “cessioni della tua criptovaluta”:

  • vendere criptovalute per denaro
  • scambiare criptoasset con un diverso tipo di criptoasset
  • utilizzare criptovalute per pagare beni o servizi
  • regalare criptovalute a un’altra persona

Disponi ufficialmente della tua criptovaluta e incorri in un evento imponibile, quando si verifica uno degli scenari di cui sopra.

Esempio 2:

Fred acquista 10 ETH per £ 1.000. Pochi mesi dopo, Fred scambia 5 di questi ETH per 0,2 BTC.

In questo scenario, Fred cede i suoi 5 ETH scambiandoli con BTC e incorre in una plusvalenza o in una perdita sulla transazione.

Se 0.2 BTC viene scambiato per £ 600 in quel momento, Fred incorre in una plusvalenza di £ 100 (£ 600 – £ 500).

Quanto sono tassati i guadagni di criptovaluta?

La percentuale effettiva che paghi in tasse sulle tue plusvalenze in criptovaluta dipende da fascia di imposta sul reddito cadi sotto l’aliquota fiscale marginale. Se il tuo reddito imponibile annuale è superiore a £ 150.000, pagherai un’aliquota d’imposta percentuale più alta rispetto a chi guadagna solo £ 45.000 all’anno.

Tieni presente che paghi l’imposta sulle plusvalenze solo se le tue plusvalenze complessive per l’anno fiscale (dopo aver dedotto le perdite) sono superiori al limite di esenzione annuale di £ 11.700.

Calcolo dei tuoi guadagni e delle tue perdite crittografiche

Calcolare i tuoi guadagni e le tue perdite dalle tue operazioni e cessioni di criptovaluta è abbastanza semplice. Prendi semplicemente la differenza tra i proventi della vendita dalla cessione e il costo di acquisizione dell’asset crittografico: prezzo di vendita meno prezzo di acquisto.

In altre parole, sottrai la tua base di costo nell’attività dal valore equo di mercato al momento in cui l’hai ceduta. Base di costo è l’importo che ti è costato per acquisire la criptovaluta in GBP. Valore di mercato è il prezzo di mercato che hai venduto o smaltito della criptovaluta in GBP.

Utilizzando l’esempio 2 sopra, la base di costo di Fred in 10 ETH è di £ 1.000. Rendendo la sua base di costo per ETH £ 100. Fred cede 5 ETH a un valore di mercato equo di £ 600.

£ 600 – £ 500 = £ 100 plusvalenza

Condivisione del pool

Tieni presente che il Regno Unito utilizza la contabilità in pool di azioni per calcolare la base di costo per il calcolo dell’imposta sulle plusvalenze. Ciò significa semplicemente che i costi sostenuti per l’acquisizione delle tue criptovalute dello stesso tipo vengono calcolati in media su base moneta. Questo è diverso dall’utilizzo di metodi di inventario tradizionali come FIFO o LIFO.

Regole aggiuntive come la regola del giorno stesso e la regola del “bed and breakfast” di 30 giorni che vengono utilizzate per impedire agli investitori di criptovaluta di raccogliere perdite fiscali, vendere attività a un prezzo basso e poi ricomprarle per riconoscere le perdite di capitale. Maggiori informazioni su queste regole specifiche possono essere trovate all’interno di questo articolo di discussione Calcolo delle tasse crittografiche nel Regno Unito.

Perché gli scambi di criptovaluta non possono fornire agli utenti rapporti sulle plusvalenze e sulle perdite?

Una delle proprietà fondamentali della criptovaluta è la trasferibilità. Puoi inviare bitcoin da un portafoglio a un altro senza la necessità di un intermediario di terze parti. Questa è una caratteristica fondamentale essenziale per la tecnologia. Tuttavia, dal punto di vista del reporting fiscale, questa trasferibilità crea sfide per scambi di criptovaluta e piattaforme simili che non possono fornire rapporti sulle plusvalenze e sulle perdite ai propri utenti a causa di questa trasferibilità. Questa sfida pone l’onere del calcolo delle tasse completamente sull’utente.

Il problema nasce dal fatto che gli scambi non hanno informazioni sulla base dei costi per tutte le tue risorse. Come accennato in precedenza, la base del costo per moneta è un’informazione necessaria per eseguire il calcolo di guadagni e perdite e questo alla fine impedisce agli scambi di essere in grado di fornire rapporti su guadagni e perdite. Diamo un’occhiata a questo problema attraverso un esempio.

Esempio 3

Jennifer acquista 1 BTC su Coinbase per £ 5.000. Quindi trasferisce quel BTC a lei conservazione del portafoglio freddo per una custodia sicura. Un anno dopo, Jennifer invia il suo BTC a Binance e lo scambia per 20 ETH.

In questo esempio, Binance non ha modo di sapere quale sia la base di costo di Jennifer del suo 1 BTC in cui ha trasferito. Binance può vedere solo 1 BTC entrato nel portafoglio di Jennifer alla data XYZ. Binance non ha idea di quando, per quanto o dove quel BTC è stato originariamente acquisito. Per questo motivo, Binance non è in grado di dire a Jennifer quale sia stata la plusvalenza o la perdita in conto capitale sul suo scambio di BTC per ETH. Manca un pezzo essenziale dell’equazione: la base dei costi.

Questi tipi di trasferimenti avvengono continuamente e, di conseguenza, nessun singolo scambio che consenta il trasferimento aperto di asset dentro e fuori le sue piattaforme può fornire agli utenti rapporti fiscali su guadagni e perdite concreti.

La soluzione di reporting fiscale

La soluzione a questo problema è aggregare tutte le tue transazioni di criptovaluta che compongono i tuoi acquisti, vendite, scambi, lanci, monete minate, monete puntate, ecc. In un’unità di registrazione. Una volta che hai tutte le tue transazioni in un unico posto, puoi fare i calcoli di guadagni e perdite necessari per la tua dichiarazione fiscale.

Per fortuna, la maggior parte degli scambi di criptovaluta ti consente di esportare file contenenti la cronologia completa delle transazioni. Puoi portare questi rapporti in Excel o nel tuo editor di fogli di calcolo preferito per calcolare manualmente i tuoi guadagni e le tue perdite e riportarli sulle tue tasse.

Software fiscale per criptovaluta

Soluzioni software per le tasse di criptovaluta come CryptoTrader.Tax, sono progettati per automatizzare questo processo di dichiarazione dei redditi.

Invece di mettere insieme la cronologia delle transazioni a mano, puoi importare le tue transazioni storiche dai tuoi scambi nel tuo account del software di crittografia. Le integrazioni con scambi, portafogli e altre piattaforme crittografiche rendono questo processo semplice.

Una volta che la cronologia delle transazioni è stata completamente importata, è possibile generare rapporti di guadagni e perdite in conto capitale basati su questi dati con il clic di un pulsante. Questi rapporti possono essere utilizzati con la dichiarazione dei redditi. Ci sono altre soluzioni là fuori quando si tratta di software fiscale di criptovaluta, quindi vale la pena esaminare le tue opzioni.

Vale la pena notare che la maggior parte del software è progettata per gestire le tasse negli Stati Uniti e potrebbe non supportare nemmeno altri paesi. Quando si effettua la ricerca su quale software utilizzare, mirare specificamente al supporto del Regno Unito.

Segnalazione dei tuoi guadagni di capitale criptato

Quando il tempo delle tasse si avvicina e devi segnalare i tuoi guadagni e le tue perdite, puoi usare il Servizio fiscale sulle plusvalenze da HMRC in tempo reale, o segnalare annualmente in una dichiarazione dei redditi di autovalutazione. Dopo aver effettuato la segnalazione tramite uno di questi metodi, HMRC ti invierà una lettera / e-mail con un numero di riferimento del pagamento e le indicazioni su come pagare la fattura fiscale.

Sommario

Le tasse non sono la materia preferita di nessuno. Quando combini le tasse con le complessità tecniche delle criptovalute, può complicare le cose. Tuttavia, se mantieni una buona registrazione della cronologia delle tue transazioni di criptovaluta e mantieni una comprensione fondamentale di come il Regno Unito classifica le criptovalute, sarai in una posizione forte per rimanere conforme e in buona posizione con HMRC.

Vale la pena sottolineare che in caso di dubbio dovresti contattare un professionista. La mancata presentazione delle tasse relative alla criptovaluta può portare a gravi problemi che includono multe e potenziali pene detentive.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me