Perché i bitcoin hanno valore?

Fin dal suo inizio quasi un decennio fa, Bitcoin ha goduto di un’inflazione senza precedenti sia nel prezzo di mercato che nella base di utenti, attirando l’attenzione dei media di tutto il mondo, facendo emergere migliaia di saggi, studi e articoli sull’argomento..

Mentre i sostenitori di Bitcoin difendono il suo valore in quanto derivante dalla tecnologia che lo sostiene e dal suo potenziale intrinseco di perturbare i mercati finanziari, molti mettono in dubbio il bitcoin quando si tratta del suo valore intrinseco e i fondamentali che guidano la sua evoluzione dei prezzi rimangono senza risposta.

Di seguito, proveremo a dare risposte a queste domande da diverse prospettive e cercheremo di gettare luce su questo nuovo fenomeno che confonde sia gli individui che i funzionari governativi..

Nel suo teoria del valore del lavoro, Karl Marx individua tre modi distinti per considerare il valore di un bene o servizio. Egli distingue tra il “valore d’uso” o ciò che un determinato bene o servizio porterebbe agli acquirenti, il “valore del costo del lavoro”, che chiama semplicemente “valore”, o la quantità di tempo di lavoro che questo dato bene o servizio rappresenterebbe, e il “valore di scambio” o quanto “tempo di lavoro socialmente necessario” la vendita di quel bene o servizio potrebbe richiedere.

Mentre la maggior parte degli economisti moderni è giunta a un consenso sul fatto che il valore economico è soggettivo, Marx ritiene che sia piuttosto oggettivo e rappresenti esclusivamente il valore del lavoro utilizzato per rendere il bene.

Da Adam Smith e Von Mises, fino agli economisti contemporanei, sono stati proposti tutti i tipi di teorie, metriche e metodi empirici, respingendo parzialmente o rafforzando l’affermazione di Marx. Sembrano sorgere due concetti fondamentali legati al “valore”.

Il valore effettivo di un bene, servizio o merce – indipendentemente dal suo prezzo di scambio in un momento specifico – sembra dipendere fortemente sia dall’utilità derivata dal suo utilizzo che dalla sua scarsità.

Nel caso di Bitcoin, l’assunto principale fatto dai sostenitori della criptovaluta è che Bitcoin trae il suo valore dalla sua utilità come riserva di ricchezza e come mezzo di scambio o alternativa al denaro fisico.

Molti credono anche che il valore della criptovaluta risieda nel fatto che ha il potenziale per stabilire una nuova classe di attività, che non assomiglia per niente a ciò che abbiamo visto prima e potrebbe un giorno persino rendere obsoleti sia i soldi che l’oro.

#Crypto ExchangeBenefits

1

Binance
Best exchange


VISIT SITE
  • ? The worlds biggest bitcoin exchange and altcoin crypto exchange in the world by volume.
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

2

Coinbase
Ideal for newbies


Visit SITE
  • Coinbase is the largest U.S.-based cryptocurrency exchange, trading more than 30 cryptocurrencies.
  • Very high liquidity
  • Extremely simple user interface

3

eToro
Crypto + Trading

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

Per capirlo, si dovrebbe prima dare un’occhiata più da vicino alla definizione di denaro e alla sua evoluzione nel corso della nostra storia.

Cos’è il denaro?

Al giorno d’oggi, il denaro è considerato come un’unità sociale di conto, un mezzo di scambio e una riserva di valore. Ha le principali proprietà di durata, fungibilità, scarsità, stabilità e portabilità.

Infatti, le prove storiche suggeriscono che l’uso del denaro risale a centinaia di migliaia di anni fa. Allora, il concetto è iniziato come un metodo simile al baratto.

Non appena gli umani iniziarono a stabilirsi e le società iniziarono a formarsi, i nostri antenati si scambiarono tra loro tutti i tipi di beni che producevano, raccolsero o trovarono, con altri beni di cui avevano bisogno per sopravvivere.

#CRYPTO BROKERSBenefits

1

eToro
Best Crypto Broker

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

2

Binance
Cryptocurrency Trading


VISIT SITE
  • ? Your new Favorite App for Cryptocurrency Trading. Buy, sell and trade cryptocurrency on the go
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

#BITCOIN CASINOBenefits

1

Bitstarz
Best Crypto Casino

VISIT SITE
  • 2 BTC + 180 free spins First deposit bonus is 152% up to 2 BTC
  • Accepts both fiat currencies and cryptocurrencies

2

Bitcoincasino.io
Fast money transfers


VISIT SITE
  • Six supported cryptocurrencies.
  • 100% up to 0.1 BTC for the first
  • 50% up to 0.1 BTC for the second

Tuttavia, una coincidenza di desideri doveva esistere tra le controparti affinché si verificasse tale scambio. Dal momento che il cibo era il bene più diffuso che le persone volevano in quel periodo, c’era un autentico bisogno di un terzo bene che la maggior parte delle società concordasse sul “valore” e su cui avrebbe scambiato, per evitare lunghe e complesse catene di baratto. Quest’ultima è la definizione stessa di denaro così come la conosciamo oggi.

Uno scorcio di storia

Un sistema di “denaro in conchiglia” (pezzi di gusci di ciprea) si sono sviluppati intorno al 3000 aC come il primo sistema monetario-merce, quando la maggior parte delle società ha convenuto che era durevole, difficile da acquisire e impossibile da contraffare. Questo alla fine si è evoluto in un altro sistema monetario supportato da materie prime, con monete stampate in oro e argento.

Migliaia di anni dopo, e con l’avvento delle banche, le ricevute di deposito rimborsabili in oro iniziarono a guadagnare popolarità ponendo le basi per il denaro rappresentativo, o denaro cartaceo. Le banconote sono state utilizzate in Europa durante il XVII secolo accanto alle monete d’oro e d’argento, prima di vedere gradualmente prendere il sopravvento le banconote di carta.

Un sistema monetario noto come gold standard emerse, dove il mezzo di scambio erano banconote di carta a corso legale che potevano essere scambiate con quantità d’oro fisse e prestabilite. Nel 20 ° secolo, quasi tutti i paesi del mondo hanno adottato il gold standard.

Poco dopo la seconda guerra mondiale, le valute legali, che sono valute sostenute dal governo senza alcun valore intrinseco, furono adottate dalla maggior parte dei paesi e ancorate al dollaro USA, che a sua volta era sostenuto dall’oro nella Federal Reserve statunitense. Quest’ultimo ha reso il dollaro USA la riserva federale di tutto il mondo. Il denaro fiat aveva valore solo perché il governo lo manteneva e perché le persone impegnate nello scambio concordavano su quel valore.

Nel 1971, Richard Nixon ha portato gli Stati Uniti fuori dal gold standard, sospendere la convertibilità dei dollari statunitensi in oro e fare in modo che la maggior parte delle valute in tutto il mondo non sia supportata da nient’altro che un ‘”idea” piuttosto che una cosa tangibile.

Ciò che rende prezioso Bitcoin?

Bitcoin ha le proprietà del denaro sopra descritte (durata, fungibilità, scarsità, stabilità e portabilità) e si basa su una tecnologia innovativa grazie alla quale funziona correttamente e dalla quale mantiene i suoi principi chiave come un trasferimento di ricchezza veramente decentralizzato e resistente alla censura..

Piuttosto che fare affidamento su risorse fisiche come l’argento o l’oro e affidarsi alle autorità centrali come governi o banche, Bitcoin si affida alla tecnologia Blockchain per condurre e regolare le transazioni e una rete globale diffusa di utenti per verificare e conservare una copia di tali transazioni. volte.

Ottiene il suo valore dalla convinzione di coloro che lo scambiano di essere di grande valore e dalla fiducia riposta nella tecnologia dietro di esso come estremamente affidabile, il che significa che il registro diffidato della transazione non può essere manomesso. Il valore di Bitcoin deriva anche dalla crescente accettazione dell’idea delle criptovalute come nuovo mezzo di scambio di valore, che ha un effetto refrattario su tutto il mercato.

Il fatto che Bitcoin è il primo Anche la prova reale nella storia umana di un sistema decentralizzato non fiduciario per i pagamenti elettronici sostiene il suo valore. Il vero valore, tuttavia, di una tale innovazione finanziaria rivoluzionaria è sconosciuto.

Fin dal suo inizio nel 2009, Bitcoin si è dimostrato affidabile con un solo hack durante i suoi primi giorni che è stato rapidamente stroncato sul nascere. Oltre a questo, Bitcoin non ha subito alcun hack in quasi 10 anni. Inoltre, la comunità globale di sviluppatori che lavorano al suo codice open source lavora continuamente per migliorare bitcoin e la sua capacità di funzionare come denaro su larga scala.

Bitcoin è decentralizzato, il che significa che nessuna singola persona, governo o banca centrale lo controlla. È anche divisibile, quindi potrebbe essere utilizzato per acquistare cose che vanno dal caffè a una casa e portatile in un modo che chiunque abbia Bitcoin nel portafoglio, possa accedervi dove e quando vuole.

Una delle idee economiche chiave alla base di Bitcoin è il suo programma di fornitura controllato e noto. È noto da tempo che ampi aumenti dell’offerta monetaria di una valuta possono eroderne il valore. Con Bitcoin un’autorità centrale non può gonfiare l’offerta a volontà.

È questa offerta limitata che attira molti investitori verso attività come l’oro ed è lo stesso attributo che fa credere ai sostenitori di bitcoin che Bitcoin sarà una buona riserva di valore a lungo termine.

Scarsità e offerta totale di Bitcoin

Per tornare alle origini, la quantità di qualsiasi valuta governativa in circolazione oggigiorno è spesso determinata dalla politica monetaria del paese e potrebbe dipendere dalle sue riserve d’oro e d’argento.

Se l’importo totale di una valuta in circolazione aumenta più velocemente del valore totale dei beni o servizi disponibili nella sua economia, ciascuna unità di valuta acquisterà una porzione minore di quei beni e servizi rispetto a prima. Questo fenomeno è noto come inflazione.

Mentre l’inflazione stimola le imprese e aumenta la liquidità, può anche incoraggiare il consumo eccessivo e l’accumulo di materie prime, aumentando quindi i loro prezzi, portando a carenza di consumatori e ancora più inflazione.

D’altra parte, se l’offerta di moneta rimane costante mentre vengono prodotti più beni e servizi, ogni unità di valuta aumenterà di valore in un processo noto come deflazione. Ciò fa sì che le persone vogliano mantenere le proprie borse, inducendo una diminuzione della spesa dei consumatori, riducendo quindi i profitti aziendali, portando alla disoccupazione e un’ulteriore diminuzione della spesa.

La maggior parte degli economisti ritiene che sebbene una quantità eccessiva di entrambe sia pericolosa e particolarmente difficile da invertire, è necessaria una piccola quantità consistente di inflazione per incoraggiare la crescita economica.

Nel caso di Bitcoin, la criptovaluta ha un limite finito di 21 milioni, rendendola ragionevolmente scarsa. Il protocollo Bitcoin specifica che i nuovi Bitcoin aggiunti alla fornitura circolante si dimezzeranno ogni 210.000 blocchi (o circa quattro anni) e che il limite di 21 milioni di Bitcoin sarà raggiunto entro l’anno 2140.

Valore vs. prezzo di Bitcoin

Nessun bene nella storia si è apprezzato così rapidamente come Bitcoin, mettendolo in una classe a sé stante. Il fatto che Bitcoin sia destinato a sconvolgere così tanti mercati consolidati dalle rimesse ai pagamenti elettronici ha portato a molti studi che mirano a tracciare un parallelo tra il suo valore economico e il suo prezzo di mercato.

La maggior parte dei metodi utilizzati in questi studi tiene conto dei risultati passati per cercare di determinare i prezzi futuri. Tuttavia, i metodi di previsione dei prezzi hanno una sensibilità limitata: non incorporano eventi reali, movimenti di mercato o eventi casuali che possono interrompere le dinamiche di mercato e far precipitare o salire alle stelle il prezzo di un asset.

Il “Metodo storico” è il metodo più popolare applicato nella previsione dei prezzi di Bitcoin. È una metrica di volatilità utilizzata dagli investitori istituzionali per quantificare il rischio di investimento ed è classificata come a Value at Risk (VaR) misurazione.

Il metodo storico ordina i rendimenti storici effettivi di un dato asset dal peggiore al migliore. Quindi applica il presupposto che la storia finirà sempre per ripetersi da un punto di vista del rischio. I risultati di questo metodo sono forniti sotto forma di stima probabilistica senza espressione di certezza assoluta. Altri metodi VaR simili includono il metodo della varianza-covarianza e la simulazione Monte Carlo.

Inoltre, è stata sviluppata un’ampia gamma di modelli econometrici per definire il valore esatto di Bitcoin. Ad esempio, il Modello Hayes e il Modello Wheatley sono ben documentati e sembrano essere stati costruiti su approcci e focus parametrici differenti. Questi modelli spesso restituiscono risultati estremamente divergenti che vanno da molto rialzista a molto ribassista.

Una prospettiva interessante per valutare i prezzi di Bitcoin a lungo termine è l’effetto Rete. Conosciuto anche come legge di Metcalfe, l’effetto Rete afferma che l’effetto di una rete di telecomunicazioni è proporzionale al quadrato del numero di utenti collegati al sistema, o n2.

Questa formula ha posto le basi per lo studio e la valutazione di varie reti online.

Nel caso di Bitcoin, si traduce nel fatto che qualsiasi utente aggiuntivo della rete aumenterà esponenzialmente il suo valore per gli altri. E dato che i prezzi di una risorsa sono spesso coerenti con il numero di transazioni e portafogli attivi sulla sua rete, l’utilizzo corrente della rete può essere correlato al prezzo corrente.

La linea di fondo

Detto questo, l’idea che Bitcoin sia un sostituto del contante e una rete focalizzata sui pagamenti peer-to-peer sta perdendo sempre più terreno rispetto alla sua utilità come riserva di valore e come investimento speculativo. Le ragioni alla base di ciò sono principalmente legate al suo limite di scalabilità. Bitcoin non è ancora una rete potente in grado di gestire l’adozione mainstream e la velocità di insediamento si è finora dimostrata non abbastanza veloce da sostituire i metodi esistenti.

Tuttavia, le proposte di sviluppo in discussione tra e oltre la sua comunità in continua espansione per migliorare la rete esistente e aggiornarla di conseguenza, offrono la promessa di un futuro luminoso per Bitcoin.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me