Cosa sono le monete per la privacy?

Le criptovalute basate su blockchain consentono agli utenti di condurre transazioni finanziarie in modo decentralizzato. A partire da Bitcoin (BTC), la prima criptovaluta peer-to-peer (P2P), ora ci sono più di 2.000 risorse digitali che possono essere scambiate tra due parti diverse, senza richiedere un intermediario per regolare le transazioni. 

La blockchain, che è un tipo di tecnologia di registro distribuito (DLT), viene utilizzata per condividere i dati delle transazioni tra i partecipanti di una rete crittografica. A differenza dei trasferimenti di denaro registrati sul registro di una banca, che possono essere visibili solo ai dipendenti dell’istituto, i dettagli delle transazioni della maggior parte delle transazioni crittografiche condotte su blockchain pubbliche sono accessibili a tutti.

Le transazioni effettuate con la maggior parte delle criptovalute sono pseudonime 

Blocca esploratori, come quelli forniti da Blockchain.com, consentono agli utenti di controllare i registri delle transazioni per bitcoin, bitcoin cash (BCH), ether (ETH) e altri criptovalute. Tuttavia, i block explorer visualizzano solo informazioni limitate che includono la quantità di criptovaluta trasferita tra due (o più) parti e l’indirizzo pubblico sia del destinatario che del mittente. 

I timestamp, che registrano l’ora e la data esatte in cui è stata effettuata una transazione crittografica, sono visualizzabili anche su block explorer come Etherscan. Le transazioni che coinvolgono bitcoin, litecoin (LTC) e altre risorse digitali decentralizzate sono pseudonime, il che significa che consentono agli utenti di mantenere un certo livello di privacy finanziaria. 

L’utilizzo di portafogli crittografici personali è in qualche modo simile alla gestione di un account di posta elettronica

Ad esempio, le transazioni bitcoin effettuate tra due diversi portafogli personali degli utenti non richiedono che gli utenti inviino documenti di verifica dell’identità. Nella maggior parte dei casi, aprire un account crittografico (creando un portafoglio) può essere semplice e diretto come aprire e gestire un account di posta elettronica. 

Gli utenti possono inviare e ricevere criptovalute attraverso i loro portafogli senza condividere informazioni di identificazione personale o la necessità di terze parti per finalizzare le transazioni. Al fine di rendere i trasferimenti di criptovaluta più privati, risorse digitali come Monero (XMR) e Zcash (ZEC) possono essere utilizzate per condurre in modo affidabile transazioni P2P.  

Indirizzi di mittenti e destinatari con protezione per transazioni basate su Monero

Monero è una delle principali monete per la privacy che utilizza tecniche di crittografia avanzate per schermare gli indirizzi sia del mittente che del destinatario in una transazione basata su XMR. Quando si effettuano transazioni sulla rete Monero, anche la quantità di criptovaluta trasferita è schermata (non visualizzabile pubblicamente). 

Come spiegato dai suoi sviluppatori, tutte le transazioni XMR, per impostazione predefinita, offuscano (o nascondono) sia gli indirizzi di invio che di ricezione e l’importo scambiato tra diversi account Monero. Denominata privacy “sempre attiva”, il team di sviluppo di Monero osserva che l’attività di ogni utente XMR “migliora la privacy di tutti gli altri utenti”.

Monero è fungibile, le transazioni XMR saranno “sempre accettate”

In base alla progettazione, Monero è fungibile, che si intende che tutte le monete XMR sono intercambiabili e sono anche indistinguibili l’una dall’altra. La fungibilità è una proprietà importante in quanto alcune criptovalute, incluso il bitcoin, possono essere “contaminate” se determinate monete BTC vengono utilizzate in transazioni illecite come il riciclaggio di denaro. I commercianti potrebbero rifiutarsi di accettare queste monete, tuttavia ciò potrebbe non influire sui trasferimenti XMR poiché non sono rintracciabili.  

Come notato dai suoi sviluppatori, “in virtù dell’offuscamento”, i trasferimenti basati su XMR non possono essere contaminati a causa della “partecipazione a transazioni precedenti”. Ciò significa che le transazioni effettuate tramite Monero non sono censurabili in quanto “saranno sempre accettati”, affermano gli sviluppatori di Privacy Coin. 

Lanciata nell’aprile 2014 come criptovaluta completamente open source, la blockchain offuscata Monero utilizza l’algoritmo di consenso basato sulla prova di lavoro (PoW) per proteggere la sua piattaforma e convalidare le transazioni. 

Le transazioni Zcash possono essere private o “trasparenti”

Altre importanti monete incentrate sulla privacy come Zcash consente inoltre agli utenti di eseguire transazioni protette controllate tramite “z-addr”. La rete Zcash offre anche la possibilità di condurre transazioni “trasparenti” con la sua criptovaluta ZEC nativa. 

Le transazioni ZEC trasparenti sono simili al modo in cui i bitcoin vengono trasferiti tra due diversi indirizzi crittografici. In questi tipi di transazioni, la quantità di criptovaluta inviata e gli indirizzi del mittente e del destinatario sono condivisi pubblicamente.

Divulgazione dei dettagli della transazione a fini di revisione o pubblicazione del bilancio

Lanciata nell’ottobre 2016, la piattaforma Zcash consente agli utenti “divulgare selettivamente” i dettagli delle transazioni al fine di dimostrare che sono stati effettuati determinati pagamenti, che possono essere richiesti a fini di revisione o preparazione del bilancio. La divulgazione di informazioni relative alle transazioni ZEC può anche essere richiesta quando si dichiarano le tasse o si ottemperano normativa linee guida. 

Per condurre transazioni Zcash private, gli sviluppatori della criptovaluta utilizzano un tipo di ZKP (zero-knowledge proof), noto come zk-SNARKs. Gli ZKP condividono solo alcuni dettagli sui trasferimenti crittografici necessari per dimostrare se una transazione soddisfa un particolare insieme di condizioni. Ad esempio, potrebbe essere possibile determinare se l’importo della transazione rientra in un determinato intervallo, ad esempio tra $ 1.000 e $ 10.000, utilizzando (implementando) zk-SNARKS – senza conoscere l’importo esatto.

Esecuzione di transazioni non tracciabili con Dash

Dash (DASH), una criptovaluta open source gestita da un sottoinsieme dei suoi partecipanti alla rete, chiamato masternodes (o validatori di transazioni), consente inoltre agli utenti di condurre transazioni veloci e non rintracciabili

Programmato nel linguaggio C ++ orientato agli oggetti, Dash è stato inizialmente rilasciato nel gennaio 2014 tramite un fork del protocollo Bitcoin. La governance della piattaforma Dash è facilitata da un’organizzazione autonoma decentralizzata (DAO) che consente ai partecipanti alla rete di raggiungere il consenso su questioni relative allo sviluppo in corso della criptovaluta.

Utilizzo di “PrivateSend” per condurre transazioni private in Dash

La criptovaluta Dash può essere estratta tramite l’algoritmo PoW che utilizza la funzione hash “X11”. Tuttavia, i masternode di Dash possono consentire agli utenti di eseguire transazioni “InstaSend” che possono essere eseguite rapidamente, senza necessità estrazione

Inoltre, l’opzione “PrivateSend” può essere utilizzata per condurre transazioni basate su Dash riservate o non tracciabili. Il protocollo Dash “miscele non speso [criptovaluta] degli utenti partecipanti “- prima di eseguire una transazione. Mescolando i dettagli della transazione di più trasferimenti DASH, diventa praticamente impossibile determinare la fonte o l’origine di una transazione.

La capitalizzazione di mercato di Privacy Coins supera il miliardo di dollari

La capitalizzazione di mercato di Dash, al momento della scrittura, si attesta a quasi $ 1,4 miliardi con ogni moneta DASH scambiata a circa $ 155,89, secondo i dati di CryptoCompare. Nel frattempo, la capitalizzazione di mercato di Monero è attualmente di circa $ 1,5 miliardi, con le monete XMR attualmente scambiate a $ 88,22. La capitalizzazione di mercato di Zcash è valutata a $ 716 milioni, con le monete ZEC attualmente scambiate a $ 104,07.

Mentre Monero, Zcash e Dash rimangono le criptovalute più utilizzate che consentono transazioni private, c’è un elenco crescente di altre criptovalute orientate alla privacy come Sorriso e Pirate Chain (ARRR) che hanno introdotto un nuovo approccio all’implementazione di transazioni crittografiche non tracciabili. 

Privacy finanziaria vs. requisiti normativi volti a prevenire i crimini finanziari

Sebbene molti appassionati di criptovalute preferiscano condurre transazioni private, le autorità di regolamentazione sono preoccupate che i pagamenti in valuta digitale riservati possano essere utilizzati per condurre attività illecite tra cui il traffico di droga e il riciclaggio di denaro.. 

Il 21 giugno 2019, la Financial Action Task Force (FATF), un’organizzazione intergovernativa che si concentra sulle indagini sui crimini finanziari, annunciato che i fornitori di servizi di asset virtuali (VASP) come gli exchange di criptovalute devono condividere tra loro i dettagli dell’account del cliente quando i fondi vengono trasferiti tra diverse piattaforme di asset digitali.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me