Cos’è Mimblewimble?

La natura trasparente di Bitcoin è ciò che gli consente di essere una criptovaluta decentralizzata. C’è un libro mastro pubblico e possiamo tutti concordare sulle transazioni avvenute nella rete Bitcoin guardandolo, eliminando la necessità di una terza parte fidata per dare quella conferma. Tuttavia, questa stessa trasparenza porta con sé alcuni problemi. La mancanza di privacy può spaventare gli utenti regolari così come le aziende che non vogliono che le loro finanze siano disponibili alla concorrenza. Problemi di fuga sorgono anche quando una moneta specifica può essere individuata a causa della sua storia passata e rifiutata come pagamento a causa di essa.

Nonostante gli strumenti disponibili, come i mixer di bitcoin, gli scambi p2p e la possibilità di utilizzare Bitcoin tramite Tor, questi non sono perfetti.

Altre criptovalute hanno impiegato più metodi che cercano di risolvere questo problema, inclusa l’implementazione di nodi master, firme ad anello e, più recentemente, zk-snarks. Tuttavia, questi richiedono all’utente di convertire i suoi Bitcoin in una criptovaluta alternativa che è sempre più volatile. Anche questo può essere un problema

Tuttavia, ci sono più progetti su cui si sta lavorando per portare un più alto grado di privacy a Bitcoin. Uno di questi si chiama MimbleWimble, una proposta per una blockchain simile a bitcoin che potrebbe essere implementata come sidechain o potenzialmente (in un lontano futuro) come schema a blocchi di estensione che sarebbe come una sidechain integrata.

Mimblewimble sfrutta concetti precedenti come Transazioni riservate e "firme aggregate unidirezionali" (OWAS) per fornire transazioni private e una migliore scalabilità che contrasta con le proposte precedenti, in cui si verifica un compromesso tra privacy e scalabilità. Tuttavia, la proposta rimuove anche alcune delle funzionalità di Bitcoin. Diamo un’occhiata.

Cos’è Mimblewimble?

Una delle principali differenze tra Bitcoin e Mimblewimble è che Mimblewimble supporta le transazioni riservate. In una transazione Bitcoin, tutto è pubblico. Possiamo vedere i valori di input e output e possiamo verificare la validità della transazione se questi si sommano (la somma degli input è la somma degli output).

Nel sistema delle transazioni riservate, tutti i valori sono crittografati in modo omomorfico con stringhe di numeri casuali chiamate “fattori accecanti”. Ciò significa che i valori non possono essere visualizzati direttamente, sono piuttosto crittografati in un modo che consente di eseguire la matematica con testo cifrato, generando un risultato crittografato che, una volta decrittografato, corrispondeva al risultato delle operazioni eseguite in testo normale. Ciò significa che i valori sono crittografati, ma è possibile calcolare che tutti i valori di output meno tutti i valori di input si sommano a zero e verificare che una transazione sia valida.

Qui, le transazioni includono anche informazioni con le quali i destinatari possono decrittografare gli importi. Nelle transazioni riservate sia il mittente che il destinatario conoscono il fattore accecante.

In Mimblewimble, il destinatario di una transazione genera il fattore accecante che viene utilizzato per dimostrare la proprietà dei bitcoin. E il modo in cui lo fa è attraverso questo "valore in eccesso", che è la differenza tra gli ingressi e le uscite. Questo valore in eccesso è un insieme di numeri casuali che assicurano che solo la persona che ha generato il fattore accecante (il destinatario) possa spendere i bitcoin. Quindi, i fattori accecanti non si sommano più a zero, ma piuttosto a un altro importo che è come una chiave privata.

“Il modo di pensare a questo è che l’eccesso è una chiave multi-firma, fondamentalmente. È una chiave multisignatura con il proprietario di tutti gli input e i proprietari di tutti gli output “.

Mimblewimble elimina anche le singole transazioni avanzando su un concetto precedente, CoinJoin (ma rendendolo non interattivo). Invece di contenere transazioni, i blocchi Mimblewimble avranno solo un elenco di nuovi input, un elenco di nuovi output e un elenco di firme che vengono create dal suddetto valore in eccesso.

Poiché i valori sono crittografati in modo omomorfico, i nodi possono verificare che nessun Bitcoin venga creato o distrutto. Le firme di valore in eccesso a loro volta dimostreranno che tutte le transazioni sono valide, poiché si sommano solo se l’intera transazione lo fa.

In questo schema non si conoscono né i valori né la destinazione delle transazioni, poiché gli ingressi e le uscite sono tutti contenuti in un blocco e non sono separati, ogni uscita potrebbe essere destinata ad ogni altro ingresso senza possibilità di associazione tra loro.

Una delle cose più interessanti di Mimblewimble è che si tratta di una soluzione scalabile. Se dovesse essere attivo su Bitcoin sin dal primo giorno, la blockchain sarebbe leggermente più grande (pochi GB) di quanto non sia ora. Tuttavia, se confrontato con altre soluzioni come le Transazioni riservate, è un risultato molto positivo, dal momento che CT attivato sin dal primo giorno si sommerebbe a circa un TB di dati blockchain.

Tuttavia, Mimblewimble presenta anche degli svantaggi in quanto rimuove le funzionalità di Bitcoin rimuovendo gli script. Tuttavia, gli sviluppatori stanno cercando modi per consentire a Bitcoin di mantenere le sue funzionalità nello schema Mimblewimble. Tuttavia, se deve essere implementato, molto probabilmente sarà come sidechain o altcoin separato.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me