Cos’è MakerDAO?

Maker, uno sviluppatore con sede a Santa Cruz, California, di un file organizzazione autonoma decentralizzata, chiamato MakerDAO, ha contribuito a creare il più grande ecosistema di prestiti basato su Ethereum. Come parte integrante del mercato della finanza decentralizzata (DeFi), Maker, un protocollo di prestito basato su blockchain, mira a ridurre al minimo la volatilità dei prezzi di uno stablecoin, noto come Dai, che viene utilizzato per gestire l’emissione di prestiti.

In qualità di prima stablecoin decentralizzata al mondo, Dai è supportata da Ether (ETH), il token nativo della blockchain di Ethereum, anziché dall’USD o da altre principali valute legali (come altre stablecoin come USDT o USDC).

Non sono necessarie terze parti per gestire le riserve di Dai

Secondo i suoi sviluppatori, Dai potrebbe essere un investimento in stablecoin più affidabile in quanto si affida a terze parti per mantenere le sue riserve. La gestione del processo di emissione di Dai, inoltre, non richiede a società di revisione indipendenti di verificare se vi siano fondi sufficienti detenuti in riserve per sostenere adeguatamente il numero di stablecoin in circolazione.

Come spiegato di Kerman Kohli, il fondatore del protocollo 8x basato su stablecoin, il protocollo MakerDAO gestisce la circolazione di Dai. In particolare, è più difficile per Dai mantenere un legame 1 a 1 con l’USD perché è supportato da Ether, che è un criptoasset altamente volatile.

Creazione di un sistema senza autorizzazione per il prestito basato su Stablecoin

Fondato nel 2014, la società Maker non ha condotto un’offerta iniziale di monete (ICO) per raccogliere fondi per il progetto MakerDAO. I fondatori dell’azienda hanno acquisito il capitale per l’iniziativa attraverso una vendita privata di monete MKR e hanno lanciato la criptovaluta Dai all’inizio del 2018.

A causa della natura altamente volatile delle criptovalute, gli sviluppatori di Dai mirano a creare un sistema senza autorizzazione che consentirebbe ai titolari della stablecoin di riscattare le proprie partecipazioni in criptovaluta per l’equivalente in valuta fiat o altre attività. Altre stablecoin come USDT di Tether potrebbero non essere in grado di mantenere riserve adeguate per consentire agli utenti di riscattare sempre la propria crittografia per altri asset.

Prestiti emessi in Dai per un valore di oltre $ 77 milioni 

Essendo una delle piattaforme di prestito crittografico più importanti sviluppate su Ethereum, l’ecosistema DAI detiene circa il 2% di tutto l’ETH (a marzo 2019) in circolazione, che viene mantenuto attraverso l’emissione di un contratto intelligente. 

Il sistema di prestito basato su contratti intelligenti ha emesso più di $ 77 milioni di debiti (utilizzando Dai). A causa del maggiore utilizzo del protocollo di prestito, Maker ha registrato una crescita “di mese in mese” di circa il 20%. L’utilizzo della piattaforma di prestito P2P è aumentato perché la maggioranza, o il 71%, dei mutuatari di Dai spende lo stablecoin subito dopo averlo acquisito.

Emissione di contratti intelligenti in “Exchange for Collateral”

Per poter utilizzare il sistema di prestito decentralizzato, gli utenti devono prima depositare Ether sul contratto intelligente di Maker. Inviando ETH al contratto, gli utenti possono inserire una posizione di debito collateralizzata (CDP).

Come spiegato, il CDP di MakerDAO è gestito tramite un contratto intelligente basato su blockchain di Ethereum, che crea Dai in “cambio di garanzia”. Questo, secondo MakerDAO’s sito web, che rileva che la garanzia è tenuta in garanzia fino a quando i mutuatari non rimborsano il prestito in Dai.

La fornitura in sospeso o in circolazione di Dai viene modificata tramite CDP, al fine di emettere più Dai quando “nuove risorse vengono sfruttate”, secondo la documentazione di MakerDAO. Le CDP alterano anche l’offerta di Dai distruggendo una certa quantità di stablecoin quando viene “rimborsata alla posizione”. 

Come notato dai suoi sviluppatori, la fornitura totale di Dai è gestita attraverso un contratto intelligente che controlla il ciclo di creazione e combustione della stablecoin, in base a quando i prestiti vengono emessi e rimborsati. 

Il valore della garanzia detenuta in una CDP è “sempre” notevolmente maggiore del debito emesso (in Dai), il che garantisce che, in ogni momento, 1 Dai sia approssimativamente uguale a 1 USD di attività “sottostanti”. 

Prestiti garantiti gestiti da condizioni rigorose specificate negli smart contract

Ad esempio, il deposito di 1 Ether (circa $ 300 ai prezzi correnti) consentirà ai mutuatari di ottenere un prestito fino a 40 Dai. L’importo del prestito si basa su un tasso di collateralizzazione del 150% ($ 300 / 1,50), emesso contro $ 300 in ETH.  

Se il prezzo di Ether scende al di sotto di $ 300, il CDP del mutuatario dovrà essere chiuso. Per evitare ciò, gli utenti devono depositare fondi aggiuntivi in ​​ETH o non dovrebbero aver preso in prestito tanto Dai (quando hanno contratto per la prima volta un prestito). In particolare, i contratti intelligenti che gestiscono il processo di emissione di Dai sono stati creati per garantire che ci siano sempre fondi adeguati bloccati contro l’ammontare dei prestiti Dai che sono stati emessi.

I fondi presi in prestito devono essere restituiti per recuperare il deposito ETH

I mutuatari devono rimborsare l’importo che hanno preso in prestito e anche pagare una piccola commissione di servizio, al fine di recuperare il loro Ether che è tenuto come garanzia.

Ad esempio, un utente può richiedere un prestito Dai depositando 1 ETH, che attualmente è valutato intorno ai $ 300. Se l’utente prende in prestito 50 Dai, il suo CDP sarà garantito al 600%. In questo caso, la posizione di un mutuatario dovrebbe rimanere al sicuro, a condizione che il prezzo Ether non scenda al di sotto di $ 150 (50 x 300%). 

Dopo un periodo di un anno, un mutuatario potrebbe rimborsare il prestito di 50 Dai e quindi recuperare l’ETH bloccato nel contratto. Una volta che la posizione dell’utente è stata chiusa, verrà addebitata una commissione di stabilità Dai, che è attualmente impostato 16,5% dai membri della comunità di MakerDAO (attraverso un sistema di voto).

Monete MKR acquistate per pagare la quota di stabilità

Attraverso l’uso di monete MKR, gli utenti possono votare su questioni relative alla gestione di MakerDAO, che include il voto per l’impostazione della quota annuale di prestito Dai, comunemente denominata tassa di stabilità. I possessori di monete MKR possono anche partecipare alle decisioni che coinvolgono il rapporto di collateralizzazione, che determina la quantità di garanzia che verrà utilizzata per sostenere le CDP.

In particolare, ogni volta che gli utenti devono pagare la commissione di stabilità, viene acquisito dal mercato un equivalente (in dollari) di monete MKR. Questi fondi vengono quindi utilizzati per coprire la commissione di stabilità. Questo tipo di processo di pagamento garantisce che MKR rimanga un criptoasset deflazionistico. 

Una struttura di credito basata su Ethereum

In un modo simile a una linea di credito tradizionale, il sistema di prestito di MakerDAO consente agli utenti di contrarre prestiti e impostare tassi di interesse (addebitati come commissione di stabilità). Tassi di interesse più bassi, o commissioni di stabilità, potrebbero motivare gli utenti a depositare più ETH come garanzia, al fine di contrarre prestiti in Dai.

Tassi di interesse più elevati significherebbero che anche il costo dell’acquisizione di capitale sarebbe elevato, il che potrebbe scoraggiare gli utenti che cercano di prendere in prestito denaro. Secondo DeFiPulse, attualmente ci sono $ 445,4 milioni bloccati nei contratti di Maker.  

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me