Cos’è Gladius – “Riduci i tempi di caricamento. Combatti gli attacchi DDoS “

Gli attacchi DDoS sono in circolazione da un po ‘di tempo e stanno diventando sempre più comuni quando si gestisce un’attività online. Gli scambi di criptovaluta come Bitfinex e Kraken ne sono un ottimo esempio, essendo stati entrambi DDoS di recente, nel 2017. L’anno scorso, gli attacchi DDoS sono costati alle aziende circa 150 miliardi di dollari e, secondo a securelist.com, gli attacchi DDoS stanno cambiando “da una novità a un evento quotidiano”, grazie all’utilizzo di botnet.

Gli attuali servizi di protezione DDoS hanno molteplici problemi come il modello di abbonamento obsoleto, velocità lente e persino mancanza di sicurezza con Cloudflare stesso che è DDoS e si spegne per alcune ore quest’estate. Sebbene gli hacker che eseguono questi attacchi tramite botnet abbiano trovato un modo per utilizzare le risorse distribuite in modo alquanto efficiente, gli utenti regolari di Internet devono ancora farlo.

Il problema DDoS è molto reale e in realtà è molto comune nel caso delle imminenti ICO. È un dato di fatto, diversi ICO erano DDoS e hanno dovuto ritardare la loro vendita pubblica, per non parlare dell’enorme reputazione e dei danni economici che hanno subito ore prima del lancio. Ciò è possibile perché le attuali soluzioni centralizzate sono estremamente costose e facili da smontare e sfruttare.

Qui è dove Gladio entra.

Cos’è Gladius e come funziona?

Il Rete Gladius è una piattaforma decentralizzata creata per proteggere dagli attacchi DDoS e per accelerare i siti web attraverso una CDN. Per fare ciò, Gladius farà leva su una rete globale di partecipanti che affitteranno / utilizzeranno la loro larghezza di banda inattiva per aiutare a salvaguardare e accelerare i siti Web fornendo protezione DDoS e partecipando a una rete di distribuzione di contenuti (CDN) globale.

Quindi, come funziona? La piattaforma Gladius consentirà a chiunque disponga di un computer e di una connessione Internet di installare un semplice software e di iniziare a noleggiare una larghezza di banda di riserva e sottoutilizzata. Gli utenti che condividono le proprie risorse di larghezza di banda (nodi) saranno quindi in grado di gestire un “flusso continuo di richieste per convalidare le connessioni al sito Web” e bloccare attività dannose come gruppo. Il co-fondatore di Gladius, Max Niebylski, ha dichiarato:

“Gladius uccide due piccioni con una fava utilizzando le risorse inutilizzate per costruire una rete robusta per rendere i siti web caricati più velocemente e allo stesso tempo rimanere forte sotto gli attacchi di inondazione della rete. In genere, più persone significa meno sicurezza e certezza. Tuttavia, Gladius ribalta completamente questo paradigma utilizzando i numeri a nostro vantaggio. L’utilizzo della blockchain per creare una rete di fiducia ci consente di diffondere informazioni sensibili e vitali in tutto il mondo pur rimanendo completamente crittografati “.

Nel sistema Gladius, la tecnologia blockchain viene utilizzata come livello di incentivazione, consentendo agli utenti di guadagnare Gladius Tokens (GLA) per ogni richiesta di sito web che convalidano. Le ricompense assegnate ai nodi sono finanziate da siti Web in cerca di protezione. I webmaster richiederanno servizi sul sito web Gladius, pagando con il token GLA (che può essere acquisito anche sul sito web Gladius).

Gladius consentirà inoltre ai webmaster di acquistare i servizi CDN (Content Delivery Network). Questi servizi sono forniti anche dai nodi che compongono il Gladius Network, consentendo loro di ricevere un premio GLA per i loro servizi. La natura decentralizzata della rete Gladius consente tempi molto più rapidi, dato che i client sono connessi a un nodo che si trova nelle vicinanze, anziché connettersi a un datacenter lontano.

In questo modo, Gladius è in grado di rendere i siti Web molto più efficienti, consentendo loro di risparmiare migliaia di abbonamenti di protezione DDoS che vengono utilizzati raramente e di fornire contenuti più velocemente. Tutto questo, mentre apre un flusso di entrate per i proprietari di larghezza di banda inattiva / libera che aiutano a “proteggere e accelerare i siti web in tutto il mondo”.

Leggi il white paper Qui.

Il gettone Gladio & ICO

Il token Gladius (GLA) è un token ERC20 basato sulla blockchain di Ethereum. È un componente chiave per la rete Gladius, dato che è l’unica valuta utilizzata per acquistare protezione DDoS e servizi CDN dai nodi della rete Gladius. Mentre la maggior parte della ricompensa viene assegnata al nodo, una piccola quota viene utilizzata per lo sviluppo e il supporto del protocollo.

Al fine di finanziare lo sviluppo e il marketing della rete, nonché per distribuire in modo efficiente il token GLA, verrà ospitata un’Offerta iniziale di monete (ICO). La prevendita Gladius è in corso e l’ICO pubblico inizierà il 1 ° novembre e durerà fino al 30 novembre 2017. L’allocazione dei token ICO rappresenta il 60% della fornitura totale di token e sarà disponibile per 0,002 ETH ciascuno. Il limite di finanziamento dell’ICO è 83333 ETH. – Vedi i dettagli ICO qui.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me