RIF: costruire un ecosistema economico sano in cima a Bitcoin

Rootstock (RSK) è una piattaforma di contratti intelligenti che è collegato a BitcoinBlockchain attraverso la tecnologia sidechain. Rootstock ti consente di creare applicazioni compatibili con Ethereum (il modello web3 / EVM / Solidity) pur godendo della sicurezza fornita dalla blockchain di Bitcoin. Al suo centro, Portinnesto è una combinazione di:

  • Una macchina virtuale deterministica con contabilità delle risorse completa di Turing (per contratti intelligenti) è compatibile con l’EVM di Ethereum.
  • Un sidechain bitcoin a due vie (per il commercio denominato BTC) basato su una forte federazione.
  • Un protocollo di consenso per il merge mining SHA256D (per la sicurezza del consenso che si basa sui minatori di Bitcoin) con intervallo di blocco di 30 secondi. (per pagamenti veloci).

Rootstock utilizzerà anche il suo stack tecnologico, il Rootstock Infrastructure Framework Open Standard (RIFOS) per aiutare a costruire un sistema economico sano in cima a Bitcoin. Faciliterà l’uso della tecnologia blockchain rendendola il più semplice possibile per tutti.

RIFOS – Il terzo strato

RIFOS può essere visualizzato come un terzo livello sopra la blockchain di Bitcoin e può essere pensato come un AWS decentralizzato. Tieni a mente le seguenti caratteristiche quando si tratta di RIFOS:

  • Finché un prodotto è compatibile con i protocolli sottostanti, gli sviluppatori possono integrarlo senza problemi nell’ecosistema RIFOS.
  • Tutti i singoli componenti di RIFOS sono stati progettati per massimizzare i potenziali benefici per coloro che vogliono offrire i propri servizi di infrastruttura all’interno dell’ecosistema del protocollo.
  • Tutti i componenti sono protetti dalla sicurezza fornita dalla rete Bitcoin.
  • I suoi protocolli includeranno meccanismi per innescare effetti di rete ed economie di scala.
  • La maggior parte dei servizi in esecuzione in RIFOS verrà consumata utilizzando un singolo token (RIF).

Ci sono tre aree specifiche in cui RIFOS sta attualmente lavorando su Archiviazione, Pagamento & RNS. In questa guida parleremo di cosa sta facendo RIFOS in ciascuna di queste categorie. Quindi confronteremo anche quelli con casi d’uso simili.

Archiviazione n. 1

Lo storage decentralizzato è uno dei casi d’uso più convincenti a causa dei seguenti problemi con lo storage cloud centralizzato:

  • Dare il controllo, rischi di pirateria informatica & Gestione errata dei dati: Nelle soluzioni di archiviazione cloud tradizionali, dovrai consegnare i tuoi dati a una terza parte. Ciò significa che dovrai fidarti della terza parte per non sbagliare e sperare che i loro sistemi e la sicurezza siano aggiornati. Poiché tutti i dati sono archiviati all’interno di un server centralizzato di terze parti, sono suscettibili di attacchi di hacking. Questo non è solo un presupposto casuale. I server di terze parti sono stati ripetutamente violati per ottenere informazioni riservate e private. La terza parte può gestire in modo errato i tuoi dati a causa di motivi nefasti o semplicemente di incompetenza generale. Guarda come Facebook ha gestito male i dati degli utenti durante lo scandalo Cambridge Analytica.
  • Resistenza alla censura: Poiché i dati non sono archiviati all’interno di aziende centralizzate, non sono soggetti ad alcuna linea guida.
  • Ridimensionamento facile: Il sistema di archiviazione facilmente scalabile dispone di una rete di distribuzione dei contenuti per impostazione predefinita.

    Potenziale per prevenire la perdita di dati se il fornitore di servizi interrompe il servizio: in linea di principio, dovresti sempre essere in grado di recuperare i tuoi dati dallo storage decentralizzato anche dopo che l’app smette di funzionare.

Archiviazione RIF

  • RIF consentirà agli sviluppatori di servire le loro dApp senza la necessità di avere un server. Le caratteristiche di RIF Storage sono le seguenti:
  • Consentire l’archiviazione crittografata e decentralizzata e lo streaming di informazioni tramite la sua interfaccia unificata e il set di librerie.

    Offre più opzioni per esigenze diverse, dall’archiviazione decentralizzata dello sciame al cloud crittografato e all’archiviazione fisica.

RIFOS ha stretto una partnership con Swarm network, una piattaforma di archiviazione distribuita e un servizio di distribuzione di contenuti, per creare un Internet of Value veramente decentralizzato e inarrestabile. La partnership tra Swarm e RIF storage si occuperà anche di:

  • Creare un solido piano di incentivazione che combini il protocollo SWAP (Swarm´s Accounting Protocol) con un meccanismo di pagamento e regolamento di livello 2 (L2).
  • Costruisci le funzionalità di contabilità richieste tra i nodi per i dati forniti e il regolamento.
  • Aggiungi interoperabilità e antifragilità per consentire a Swarm di diventare un’implementazione di archiviazione decentralizzata multi-blockchain.

Come funziona l’archiviazione RIF e lo sciame

Per capire come Archiviazione RIF e Sciame funziona, vediamo come funziona la semplice funzione di archiviazione. Ci sono solo due cose che gli utenti faranno con l’archiviazione cloud: caricare e scaricare file. Quando si tratta di Swarm, ecco come funzionerà il caricamento:

  • Caricamento del file su un nodo.
  • Preparazione del file (suddivisione in blocchi e crittografia).
  • Distribuzione dei blocchi alla rete.

Per caricare un file, l’utente si collega prima a un nodo Swarm e carica un file tramite un’interfaccia utente come interfaccia utente di archiviazione RIF. Prima di essere caricato sulla rete, il file viene suddiviso in piccole parti chiamate “blocchi”. I pezzi vengono quindi mappati in un albero di Merkle:

RIF (Rootstock Infrastructure Framework) - Building a Healthy Economic Ecosystem on Top of Bitcoin

In questo albero, le foglie sono popolate dall’hash di ogni pezzo, mentre la radice dell’albero rappresenta l’hash dell’intero file. Vuoi saperne di più sugli alberi Merkle? Puoi leggere la nostra guida Qui.

Il processo di download funziona nell’ordine inverso. L’utente richiede un file dall’hash radice dell’albero Merkle. I blocchi vengono infine decrittografati e il file assemblato.

Sull’incentivazione

Per incentivare i singoli nodi a prendere parte al sistema, Swarm ha definito un sistema chiamato Swarm Accounting Protocol (SWAP). Secondo la loro documentazione, SWAP è un sistema “tit-for-tat” in cui i nodi tengono conto della quantità di dati che richiedono e servono. Fondamentalmente, questo significa che se richiedi un milione di pezzi da me, ti servirò un milione di pezzi in cambio “.

Una volta che uno di questi nodi raggiunge una certa soglia (~ 10 MB al momento) invierà automaticamente “assegni” a scopo di pagamento. I nodi sono incentivati ​​a pagare i loro debiti in tempo. In caso contrario, rischiano di disconnettersi dalla rete. Da un punto di vista economico, rientrare nella rete è molto più costoso che pagare il debito.

Siacoin

Sia è una piattaforma cloud basata su blockchain che mira a fornire una soluzione per l’archiviazione decentralizzata. I peer sulla rete di Sia possono noleggiare lo spazio del disco rigido l’uno dall’altro, per scopi di archiviazione invece di affittarlo da un provider centralizzato. Questo approccio decentralizzato non solo rende Sia più sicuro, ma riduce drasticamente anche il costo complessivo. In poche parole, se hai spazio inutilizzato sul tuo disco rigido, potrai noleggiarlo in Sia e guadagnare denaro da esso, sotto forma di Siacoins (SC). Sia utilizza un doppio sistema di token: Siacoin e Siafunds.

Le forze creative dietro Sia sono David Vorick e Luke Champine di Nebulous Inc, una startup finanziata da VC a Boston.

Come funziona l’archiviazione P2P Sia?

Ci sono due componenti principali nell’ecosistema di Sia: gli affittuari e gli host. Gli affittuari possono pagare host in Siacoin per affittare capacità di archiviazione. Sono anche liberi di determinare le tariffe di stoccaggio direttamente dagli host.

Poiché gli host svolgono un ruolo così vitale nella rete, hanno la libertà di:

  • Promuovi le loro risorse di archiviazione e la qualità del servizio che forniscono.
  • Hanno il diritto di rifiutare l’archiviazione in affitto a un particolare cliente se ritiene che i dati siano troppo sensibili, etnicamente inaccettabili o illegali.

Gli affittuari, da parte loro, hanno diritto a:

  • Proteggi le mosche dividendole e facendole copiare tra vari host. Ciò contribuirà a garantire la sicurezza del file.
  • Paga agli host più delle tariffe richieste per garantire un trattamento preferenziale, come velocità di caricamento più elevate e concessione di richieste di archiviazione.

Caricamento e download di file

Finché i fondi rimangono nell’indennità, gli affittuari possono caricare e scaricare i propri file tutte le volte che vogliono. I contratti in corso non saranno interessati se l’host decide di modificare i prezzi a metà operazione. Per quanto riguarda il trasferimento dei dati:

  • Fatto tramite collegamento diretto tra l’affittuario e gli host.
  • L’algoritmo Twofish crittografa i dati e li memorizza con l’algoritmo di ridondanza Reed-Solomon tra gli host.

# 2 Pagamento

Il problema più grande con lo spazio blockchain è la sua mancanza di scalabilità. Bitcoin sta attualmente lavorando su Lightning Network, una rete di secondo livello costruita sul concetto di canali di pagamento. Siamo anche abbastanza sicuri che devi aver sentito parlare di SegWit, che rimuove i dati della firma e li mette in una sidechain. Sebbene siano entrambe innovazioni piuttosto sorprendenti, entrambe soffrono dello stesso problema: sono entrambe limitate dai limiti del protocollo Bitcoin originale.

RIF Lumino – Aggiunta del terzo strato

RIF Lumino è una soluzione di terzo livello per la blockchain di Bitcoin che abilita i canali di pagamento per ogni token costruito su RSK. Nel complesso, aumenta il throughput delle transazioni e riduce i costi per ordini di grandezza. RIF Lumino Network sarà il cuore e l’anima del protocollo di pagamento di RIF, che consentirà l’interoperabilità con la rete Lightning e i pagamenti cross-token.

Cos’è Lumino?

Lumino utilizza il protocollo LTCP (Lumino Transaction Compression Protocol), che rimuove le firme non necessarie e comprime anche le transazioni utilizzando i preset definiti dall’utente. Proprio come la blockchain di Bitcoin, anche i dati della firma possono essere molto voluminosi su RSK. RIF Lumino Network consente alle parti di effettuare transazioni off-chain utilizzando i canali di pagamento. Sebbene funzioni in modo simile alla rete Lightning (LN), entrambi sono stati progettati per funzionare fianco a fianco. Lightning Network funziona sulla catena principale, mentre Lumino lavora sulla sidechain RSK.

Per capire come funzionano i canali di pagamento, leggi questa guida. Tuttavia, questa infografica della rete dei fulmini dovrebbe darti una piccola idea di come funziona il processo.

RIF (Rootstock Infrastructure Framework) - Building a Healthy Economic Ecosystem on Top of Bitcoin

Quali sono i vantaggi dell’utilizzo dei canali di pagamento?

  • Pagamenti veloci: I pagamenti sono quasi istantanei.
  • Non dipende dai minatori: Le transazioni non hanno bisogno di essere approvate e verificate dai miner affinché possano essere eseguite.
  • Micropagamento amichevole: I primi micropagamenti erano estremamente scomodi sulla blockchain di bitcoin. Ora sono possibili grazie alla rete fulmini.
  • Adatto a più firme: Le transazioni andranno a buon fine se e solo se tutti i presenti nel canale approveranno. In Lumino, i canali sono solo tra solo 2 membri.
  • Riduce il carico di blockchain: Con così tante transazioni in corso della catena, riduce drasticamente il carico che la catena principale deve sopportare.
  • Diminuisce il tempo di attesa: Poiché le transazioni avvengono fuori catena e senza l’intervento del minatore, i tempi di attesa sono minimi o nulli.
  • Scalabilità: Aiuta nella scalabilità poiché aumenterà il numero di transazioni che avvengono al secondo.

Perché usare Lumino quando hai già LN?

Come già accennato, il LN è specifico per la catena principale di Bitcoin, che è stata costruita esclusivamente per scopi di pagamento. Il RIF Lumino Network, invece, è per RSK. Pertanto, tutti i token conformi a RRC-20 (token delle applicazioni costruite sulla piattaforma RSK) possono utilizzare Lumino per scalare.

Raiden Network – La soluzione di scalabilità di Ethereum

Raiden Network, che consentirà agli utenti di Ethereum di condurre transazioni istantanee tramite canali statali, è la cosa più vicina che arriva a Lumino. La rete Raiden può essere utilizzata dagli utenti per inviare tutti i token conformi a ERC-20.

Raiden sarà strutturato come una struttura a rete che corre sopra la catena principale di Ethereum:

RIF (Rootstock Infrastructure Framework) - Building a Healthy Economic Ecosystem on Top of Bitcoin

Allora, come funziona Raiden?

Supponiamo che Alice e Bob vogliano interagire tra loro usando Raiden. Ecco come lo faranno:

  • Alice e Bob aprono un canale di pagamento tra loro che sarà off-chain e implementano uno smart contract.
  • Entrambe le parti effettuano un deposito cauzionale nel contratto intelligente.
  • Supponiamo che Alice voglia inviare 3 gettoni a Bob, firmi il messaggio “3” e lo mandi a Bob. Bob ora ha la prova di Alice che gli ha inviato 3 gettoni.
  • Supponiamo ora che Alice voglia inviare a Bob altri 4 gettoni. Aggiornerà lo stato del messaggio a “7”. Ciò mostra che il messaggio sta trasmettendo anche la transazione precedente e l’ultima.
  • Nel momento in cui Bob vuole riscattare i 7 token, passerà alla blockchain e chiuderà il canale. Otterrà i 7 gettoni dal deposito inizialmente effettuato nel canale.
  • Le informazioni verranno inoltrate alla blockchain e l’unico record che verrà archiviato è l’ultimo deposito di 7 token effettuato a Bob.

Quali sono alcune caratteristiche della rete Raiden?

  • Interfaccia di programmazione dell’applicazione (API) semplice e utilizzabile.
  • Abilita la scalabilità di Ethereum.
  • Può essere utilizzato per inviare qualsiasi token ERC20.
  • Consente un trasferimento di denaro semplice e veloce.
  • Ridurrà il carico sulla blockchain di Ethereum.

# 3 Servizi di denominazione

Domanda veloce: quali sono le due cose che impediscono allo spazio blockchain di ottenere l’adozione mainstream?

Una di queste cose è la scalabilità. Nella sezione precedente, abbiamo esaminato come i canali di pagamento possono aiutare a garantire la scalabilità. La seconda cosa che aiuterà in modo significativo a raggiungere l’adozione tradizionale è “l’astrazione”.

Astrazione significa che chiunque può utilizzare qualsiasi sistema o protocollo senza conoscere completamente i dettagli e tutti i dettagli tecnici. Per esempio. Quando utilizzi il tuo iPhone, non è necessario essere un programmatore o un ingegnere per utilizzarlo. È sufficiente premere sullo schermo per attivare un’app o premere il pulsante di chiamata per chiamare qualcuno. Non è necessario sapere come la pressione di determinate app attiva il circuito all’interno del telefono o come sono state programmate determinate app. L’astrazione rende una tecnologia sofisticata accessibile alle masse nascondendo le complessità.

Quindi quanto è complesso lo spazio crittografico?

Se chiedi a un nuovo arrivato di inviarti dell’ETH al tuo indirizzo pubblico, probabilmente spaventerai la povera anima. Gli indirizzi pubblici e le chiavi private sono incomprensibili esadecimali casuali, che intimidiranno qualsiasi nuovo arrivato. Tuttavia, cosa succede se ti inviano l’ETH a “Blockgeeks.eth”?

Sarà molto più semplice e diretto, non è vero? È qui che entrano in gioco i servizi di denominazione. Un servizio di denominazione personalizza il tuo indirizzo pubblico e aiuta a rimuovere la complessità non necessaria.

RIF Name Service

RIF Name Service (RNS) è stato progettato per rendere l’esperienza dell’utente più amichevole. Lo fa fornendo un’architettura che consente l’identificazione degli indirizzi blockchain tramite nomi o alias leggibili dall’uomo. RNS utilizzato solo per supportare gli indirizzi che sono stati creati sulla rete RSK, ma il fatto è che gli utenti blockchain gestiscono più tipi di monete e risorse. Per far fronte a questo, RIF Name Service si è aggiornato a RIF Name Service MultiCrypto. Questo è fondamentale per l’interoperabilità poiché consente agli utenti di gestire token costruiti su qualsiasi piattaforma, facilitando l’adozione di massa di cripto-asset.

Vantaggi di RNS

  • Utilizzato per identificare risorse personali come indirizzi di pagamento o di comunicazione.
  • Migliora l’esperienza utente centralizzando l’accesso a più risorse associate a un nome leggibile dall’uomo.
  • Riduci la probabilità di errori. Poiché i nomi delle risorse possono cambiare nel tempo, il sistema è sufficientemente flessibile da supportare modifiche frequenti.
  • Aumenta l’interoperabilità consentendo agli utenti di spostare le risorse su diverse reti / token.

Ethereum Name Service

Ethereum Name Service (ENS) è un sistema di denominazione completamente decentralizzato. Consente agli utenti di registrare i propri indirizzi pubblici con il nome di dominio “.eth” e di collegarli a risorse Ethereum come contratti intelligenti, indirizzi di portafoglio e altro. Ad aprile 2019, più di 270.000 nomi di dominio sono stati impostati utilizzando il dominio ethereum .eth, secondo Bringly Milegan, il coordinatore degli sviluppatori per ENS.

Vendita all’asta per nomi

I nuovi nomi vengono assegnati tramite aste che possono procedere in tre fasi:

  • Qualcuno apre un’asta per un nome e fa un’offerta. Questo avvia anche un timer di 3 giorni per consentire ad altre persone di fare offerte sul nome.
  • Dopo tre giorni, c’è un periodo di rivelazione di due giorni in cui tutti gli offerenti rivelano la loro offerta.
  • Se la tua offerta non è la più alta, ti verrà rimborsata la tua offerta e verrà addebitata una commissione inferiore allo 0,5%.
  • Dopo il periodo di presentazione di due giorni, il vincitore è quello con l’offerta più alta, ma deve pagare solo l’importo del secondo offerente più alto.

* Il processo di vendita all’asta su RNS dovrebbe essere rimosso a breve termine con un approccio più diretto che semplificherà il processo.

Il token RIF

Il token RIF è un puro token di utilità utilizzato per il pagamento di vari servizi. In questo modo, gli sviluppatori di dApp non hanno bisogno di tenere dieci token diversi per dieci diversi servizi che stanno offrendo nella loro dApp. Questi servizi includono servizi di infrastruttura sviluppati da terze parti e qualsiasi altra app che potrebbe essere distribuita sul protocollo RIF. Questi fornitori di servizi di terze parti dovranno accettare i token RIF se desiderano essere integrati con RIFOS. Questo ha senso perché avere un token universale su tutte queste piattaforme consentirà una semplice interoperabilità tra i servizi.

Il CEO di Rootstock Diego Zaldivar ha anche sottolineato due casi d’uso RIF molto interessanti durante il suo AMA:

“Prevediamo anche che in un futuro non così lontano sorgeranno altri usi del token RIF intorno al mercato RIF. Due dei più rilevanti sono l’uso del token RIF come garanzia per l’emissione di attività stabili prive di rischio di controparte (ad esempio: $ RIFUSD, $ RIFARS, ecc.) Che possono essere utilizzate per denominare i prezzi del servizio in attività stabili e l’uso di Token RIF per regolare transazioni tra Hub di pagamento RIF senza asset in comune o liquidità sufficiente.

Immaginiamo il sistema operativo RIF a lungo termine, come un mercato unificato per i servizi di infrastruttura off-chain che possono essere utilizzati da ogni importante criptoeconomia abilitata per Smart Contract, quindi sebbene il token RIF sia stato inizialmente creato sulla rete RSK, in futuro, sarà portabile su altre piattaforme come Ethereum o EOS. Ciò creerà economie di scala e rafforzerà l’antifragilità dell’ecosistema decentralizzato nel suo insieme, portando la nostra visione dell’Internet del valore un passo avanti verso la realizzazione “.

Conclusione

Oltre ad avere una visione ambiziosa, RIF Labs è supportato abilmente da uno dei migliori team nello spazio crittografico. Questo team è attivo dal 2011 e ha una comprovata esperienza di successo. Costruire economie innovative che sono sfruttate dalla sicurezza e dalla comunità della blockchain di Bitcoin sarà essenziale per la crescita futura dello spazio crittografico.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me