Cos’è Cardano Blockchain? [La guida passo passo più completa]

Cos’è Cardano? …

TLDR: Cardano ospita la criptovaluta Ada, che può essere utilizzata per inviare e ricevere fondi digitali. Questo contante digitale rappresenta il futuro del denaro, rendendo possibili trasferimenti rapidi e diretti garantiti per essere sicuri attraverso l’uso della crittografia.

Uno dei progetti più interessanti usciti è Cardano. Simile a Ethereum, Cardano è una piattaforma di contratti intelligenti, tuttavia, Cardano offre scalabilità e sicurezza attraverso un’architettura a più livelli.

L’approccio di Cardano è unico nello spazio stesso poiché si basa sulla filosofia scientifica e sulla ricerca accademica peer-reviewed. In questa guida, faremo uno studio dettagliato su Cardano e daremo un’occhiata ad alcune delle innovazioni più interessanti che porta in tavola. Se sei più interessato a imparare come costruire il tuo Cardano, dai un’occhiata ai nostri corsi sulla blockchain.

Le origini di Cardano

Cardano è stato concepito da Charles Hoskinson che sembra essere uno dei co-fondatori di Ethereum.

Nella foto sopra: Charles Hoskinson. Credito immagine: IOHK.

Mentre Ethereum fa un lavoro ammirevole come piattaforma di contratti intelligenti, secondo Hoskinson è una blockchain di seconda generazione (ne parleremo più avanti) e ha bisogno di evoluzione. Ciò che rende Cardano estremamente notevole è l’enorme quantità di cura che va nella sua manutenzione. Ci sono tre organizzazioni che lavorano a tempo pieno per sviluppare e prendersi cura di Cardano.

Sono:

  • La Fondazione Cardano.
  • IOHK.
  • Emurgo.

La Fondazione Cardano è un ente regolamentato senza scopo di lucro che è l’organizzazione custodiale di Cardano. La loro funzione principale è “standardizzare, proteggere e promuovere la tecnologia Cardano Protocol”.

Nel 2015, insieme a Jeremy Wood, Hoskinson ha fondato IOHK (Input Output Hong Kong). IOHK è una “società di ricerca e sviluppo impegnata a utilizzare le innovazioni peer-to-peer della blockchain per creare servizi finanziari accessibili a tutti”. Sono stati incaricati di costruire, progettare e mantenere Cardano fino al 2020.

Infine, abbiamo Emurgo. Emurgo è una società giapponese che “sviluppa, supporta e incuba iniziative commerciali che vogliono rivoluzionare i propri settori utilizzando la tecnologia blockchain”. Gran parte del finanziamento di IOHK proviene da un contratto di 5 anni con Emurgo.

Queste tre organizzazioni lavorano in sinergia per garantire che lo sviluppo di Cardano proceda a un buon ritmo. Quindi, ora probabilmente stai pensando al motivo per cui Cardano è stato richiesto in primo luogo. Cardano si descrive come una blockchain di terza generazione. Vediamo cosa significa?

Le tre generazioni di Blockchain

Secondo Charles Hoskinson, abbiamo attraversato tre generazioni di blockchain.

Generazione 1: Bitcoin e trasferimento di denaro

Bitcoin è stato creato perché tutti facevano le stesse domande.

Sarà possibile creare una forma di denaro trasferibile tra due persone senza alcun intermediario?

Sarà possibile creare una moneta decentralizzata che possa funzionare su qualcosa come la blockchain?

Satoshi Nakamoto ha risposto a queste domande quando ha creato bitcoin. Finalmente abbiamo avuto un sistema monetario decentralizzato in grado di trasferire denaro da una persona all’altra.

Tuttavia, c’era un problema con bitcoin che è un problema con tutte le blockchain di prima generazione: consentivano solo transazioni monetarie, non c’era modo di aggiungere condizioni a quelle transazioni.

Alice può inviare a Bob 5 BTC, ma non può imporre condizioni a tali transazioni. Per esempio. Non poteva dire a Bob che avrebbe ottenuto i soldi solo se avesse svolto determinati compiti.

Queste condizioni richiederebbero uno script estremamente complicato. Era necessario qualcosa per rendere il processo più fluido.

Generazione 2: Ethereum e Smart Contracts

E quel “qualcosa” era un contratto intelligente.

Cos’è uno smart contract?

I contratti intelligenti ti aiutano a scambiare denaro, proprietà, azioni o qualsiasi cosa di valore in modo trasparente e privo di conflitti evitando i servizi di un intermediario.

Ethereum di Vitalik Buterin è facilmente il sostenitore di questa generazione. Hanno mostrato al mondo come la blockchain può evolversi da un semplice meccanismo di pagamento a qualcosa di molto più significativo e potente.

Tuttavia, anche questa generazione ha avuto dei problemi.

Man mano che uscivano casi d’uso sempre più interessanti della blockchain, stavano ottenendo sempre più accettazione.

Il problema era però che queste generazioni di blockchain non avevano davvero buone disposizioni per la scalabilità. Insieme a ciò, il sistema di governance di questi blockchain non era davvero così ben congegnato. Caso in questione, la divisione tra Ethereum ed Ethereum Classic, secondo Hoskinson, è un classico esempio (nessun gioco di parole) di cattiva governance.

È qui che entra in gioco la terza generazione.

Generazione 3: Cardano

Hoskinson sapeva che la blockchain doveva evolversi ancora di più. Ha preso gli elementi positivi dalle prime due generazioni di blockchain e ha aggiunto alcuni elementi propri. Ciò che ne è derivato è stato Cardano.

I tre elementi che Cardano voleva risolvere erano:

  • Scalabilità.
  • Interoperabilità.
  • Sostenibilità.

Come accennato in precedenza, Cardano è unico nel senso che si basa sulla filosofia scientifica e sulla ricerca accademica peer-reviewed. Tutta l’ingegneria che ne deriva ha l’obiettivo finale di essere “Codice di alta garanzia”. Questo viene fatto per assicurarsi che ci sia una convinzione molto più elevata nella qualità del codice utilizzato (ne parleremo più avanti nella sezione “Haskell e Plutus”). Questo, secondo Hoskinson, impedirà che si verifichino casi futuri come la scissione ETH-ETC.

Quindi, prima di andare oltre, esploriamo la filosofia di Cardano.

La filosofia di Cardano

Il team di Cardano vuole aderire a una serie di principi e filosofie. Non si sono avviati con una tabella di marcia adeguata o un white paper. Si sono invece concentrati sull’adozione di una “raccolta di principi di progettazione, best practice ingegneristiche e percorsi di esplorazione”.

I seguenti sono questi principi e sono presi direttamente dal sito web di Cardano.

  • Separazione della contabilità e del calcolo in diversi livelli.
  • Implementazione dei componenti principali in codice funzionale altamente modulare
  • Piccoli gruppi di accademici e sviluppatori in competizione con ricerche sottoposte a revisione paritaria
  • Uso massiccio di team interdisciplinari, compreso l’uso precoce di esperti InfoSec
  • Rapida iterazione tra white paper, implementazione e nuove ricerche necessarie per correggere i problemi rilevati durante la revisione
  • Sviluppare la capacità di aggiornare i sistemi post-distribuzione senza distruggere la rete
  • Sviluppo di un meccanismo di finanziamento decentralizzato per il lavoro futuro
  • Una visione a lungo termine sul miglioramento del design delle criptovalute in modo che possano funzionare su dispositivi mobili con un’esperienza utente ragionevole e sicura
  • Avvicinare le parti interessate alle operazioni e alla manutenzione della loro criptovaluta
  • Riconoscendo la necessità di tenere conto di più asset nello stesso registro
  • Astrazione delle transazioni per includere metadati opzionali al fine di conformarsi meglio alle esigenze dei sistemi legacy
  • Imparare dalle quasi 1.000 altcoin abbracciando funzionalità che hanno senso
  • Adotta un processo basato su standard ispirato dall’Internet Engineering Task Force utilizzando una base dedicata per bloccare la progettazione del protocollo finale
  • Esplora gli elementi sociali del commercio
  • Trova una sana via di mezzo per consentire alle autorità di regolamentazione di interagire con il commercio senza compromettere alcuni principi fondamentali ereditati da Bitcoin.

Ora che abbiamo visto la filosofia, vediamo nel dettaglio i tre elementi che Cardano si propone di risolvere.

Elemento n. 1: scalabilità

Quando le persone dicono “scalabilità”, pensano invariabilmente alle transazioni elaborate al secondo o alla velocità effettiva. Tuttavia, secondo Hoskinson, questa è solo una parte del problema. La scalabilità totale è un’idra a tre teste per così dire. Bisogna prendersi cura di tre elementi separati:

  • Transazioni al secondo / velocità effettiva
  • Rete.
  • Ridimensionamento dei dati.

Produttività n. 1

Sono stati scritti molti articoli sulla mancanza di throughput in Bitcoin ed Ethereum. Bitcoin gestisce 7 transazioni al secondo ed Ethereum ne gestisce 15-20. Questo è assolutamente inaccettabile per un sistema finanziario.

Cardano spera di risolvere questo problema con il loro meccanismo di consenso, Ouroboros. È un algoritmo proof-of-stake dimostrabile. Ouroboros è stato effettivamente sottoposto a peer review e approvato durante Crypto 2017.

Ouroboros, come affermato in precedenza, è un algoritmo proof-of-stake. Prima di approfondire il meccanismo, dobbiamo sapere qual è la prova della posta in gioco.

Bitcoin ed Ethereum (almeno per ora) segue il protocollo di prova del lavoro.

La prova di lavoro come processo prevede i seguenti passaggi:

  • I minatori risolvono enigmi crittografici per “minare” un blocco da aggiungere alla blockchain.
  • Questo processo richiede un’enorme quantità di energia e un utilizzo computazionale. I puzzle sono stati progettati in un modo che rende difficile e faticoso per il sistema.
  • Quando un minatore risolve il puzzle, presenta il blocco alla rete per la verifica.
  • Verificare se il blocco appartiene o meno alla catena è un processo estremamente semplice.

Questo, in sostanza, è ciò che è il sistema di prova del lavoro. Risolvere il puzzle è difficile, ma controllare se la soluzione è effettivamente corretta o meno è facile. Questo è il sistema che Bitcoin ed Ethereum (fino ad ora) hanno utilizzato. Tuttavia, ci sono alcuni difetti fondamentali nel sistema.

Il problema con la prova di lavoro.

A quanto pare, ci sono alcuni problemi con la prova di lavoro.

  • Prima di tutto, la prova del lavoro è un processo estremamente inefficiente a causa dell’enorme quantità di potenza ed energia che consuma.
  • Le persone e le organizzazioni che possono permettersi ASIC più veloci e potenti di solito hanno maggiori possibilità di mining rispetto alle altre.
  • Di conseguenza, il bitcoin non è decentralizzato come vorrebbe essere. Controlliamo il grafico di distribuzione hashrate:
  • Credito immagine: Blockchain.info

Come puoi vedere, ~ 75% dell’hashrate è diviso solo tra 5 mining pool!

  • In teoria, questi grandi pool di mining possono semplicemente collaborare tra loro e lanciare un 51% sulla rete bitcoin.

Quindi, per risolvere questi problemi, Ethereum ha guardato a Proof of Stake come soluzione.

Qual è la prova della posta in gioco?

Proof of stake renderà virtuale l’intero processo di mining e sostituirà i miner con i validatori.

Ecco come funzionerà il processo:

  • I validatori dovranno bloccare alcune delle loro monete come puntata.
  • Successivamente, inizieranno a convalidare i blocchi. Significa che quando scoprono un blocco che pensano di poter aggiungere alla catena, lo convalideranno piazzando una scommessa su di esso.
  • Se il blocco viene aggiunto, i validatori riceveranno una ricompensa proporzionata alle loro scommesse.

Cos'è Cardano Blockchain? Guida passo passo

Ora che sappiamo che aspetto ha il POS, diamo un’occhiata al meccanismo alla base di Ouroboros.

Cardano: Ouroboros sotto il cofano

Ouroboros guarda alla distribuzione dei gettoni nell’ecosistema e da una fonte di numeri casuali, divide il mondo in epoche. Ogni epoca viene quindi suddivisa in slot. Ogni epoca dura per un tempo molto breve ~ 20 secondi.

Cos'è Cardano Blockchain? Guida passo passo

Credito immagine: Cardano Docs

Ogni slot ha quindi il proprio leader di slot, che viene scelto a caso.

Cos'è Cardano Blockchain? Guida passo passo

Il leader di slot si comporta come i minatori in un protocollo POW, nel senso che sono loro a scegliere i blocchi che vengono aggiunti alla blockchain. Possono, tuttavia, aggiungere solo un blocco.

Cos'è Cardano Blockchain? Guida passo passo

Se un leader di slot in qualche modo perde la sua occasione e non sceglie il blocco, perde la sua opportunità e dovrà aspettare di diventare di nuovo leader di slot. Va bene che uno o più slot rimangano vuoti (senza blocchi generati), ma la maggior parte dei blocchi (almeno il 50% + 1) deve essere generata durante un’epoca.

Come puoi vedere, i leader delle slot hanno un ruolo molto importante da svolgere nell’ecosistema. Per essere considerati per la qualificazione, è necessario possedere il 2% del capitale di Cardano. Questi stakeholder sono chiamati elettori e sono quelli che eleggono i leader di slot per l’epoca successiva durante l’epoca corrente. Maggiore è la partecipazione degli stakeholder nel sistema, maggiori sono le possibilità di essere eletti come leader di slot.

Ora, poiché i leader delle slot hanno molto potere, è necessario prestare particolare attenzione per rendere le elezioni il più imparziali possibile. Deve esserci una certa quantità di casualità coinvolta. Questo è il motivo per cui viene eseguito un calcolo multipartitico (MPC) per ottenere una qualche forma di casualità.

In questo approccio MPC, ogni elettore esegue un’azione casuale chiamata “lancio della moneta” e successivamente condivide i propri risultati con altri elettori. Sebbene i risultati siano generati casualmente da ciascun elettore, alla fine concordano sullo stesso valore finale.

L’elezione si articola in tre fasi:

  • Fase di impegno.
  • Fase di rivelazione
  • Fase di recupero.

Esploriamo cosa accade in ciascuna fase.

Fase di impegno

In primo luogo, un elettore genera un valore casuale segreto e quindi forma un “impegno”. L’impegno è un messaggio che contiene condivisioni crittografate (da tenere presente per la fase di ripristino) e una prova del segreto.

Dopodiché, un elettore firma l’impegno con la propria chiave privata e specifica il numero dell’epoca e allega la propria chiave pubblica. In questo modo si risolvono due scopi:

  • Tutti possono controllare chi ha creato questo impegno (poiché ha la chiave pubblica allegata).
  • Possono verificare a quale epoca appartiene.

Fatto ciò, l’elettore invia i propri impegni ad altri elettori. Alla fine, ogni elettore raccoglie gli impegni dell’altro elettore (gli impegni vengono inseriti nel blocco e diventano parte della blockchain).

Fase di rivelazione

La seconda fase è la fase di rivelazione.

Pensa agli impegni come una scatola chiusa a chiave che ha un segreto e c’è un valore speciale che sblocca la scatola. Questo valore speciale è chiamato “apertura”. Ecco di cosa tratta questa fase, gli elettori mandano la loro “apertura”. Queste aperture vengono anche inserite nel blocco e quindi diventano parte della blockchain.

Fase di recupero

Infine, abbiamo la fase di recupero.

A questo punto, un elettore ha sia impegni che aperture. Tuttavia, alcuni elettori potrebbero agire in modo malizioso e pubblicare il loro impegno senza l’apertura. Fondamentalmente, dai la casella bloccata senza la passphrase.

Per circumnavigare questo, gli elettori onesti possono postare tutte le condivisioni criptate (come detto in fase di impegno) e semplicemente ricostruirne i segreti. In questo modo, anche se alcuni elettori agiscono in modo malizioso, il sistema continuerà a funzionare. È così che Ouroboros ottiene la sua tolleranza agli errori bizantini.

Alla fine, un elettore verifica che gli impegni e le aperture corrispondono e quando ciò accade, vengono estratti i segreti degli impegni che formano un seme. Il seme è una stringa di byte generata in modo casuale.

Tutti gli elettori ora possiedono questo seme.

Quindi, fermiamoci un secondo e controlliamo dove siamo in questo momento.

Stiamo eleggendo leader di slot per la prossima epoca. Per assicurarci che l’elezione fosse il più imparziale possibile, avevamo bisogno di una sorta di casualità. Il “seme” ci fornisce questa casualità. Ora è il momento di selezionare i leader di slot.

Per farlo useremo l’algoritmo Follow the Satoshi (FTS).

Cardano: l’algoritmo FTS

Il nome dell’algoritmo deriva da Satoshi Nakamoto, l’ignoto creatore di Bitcoin.

Cos'è Cardano Blockchain? Guida passo passo

Credito immagine: Cardano Docs

L’FTS seleziona fondamentalmente una moneta casuale dalla posta. Chi possiede quella moneta diventa il leader della slot. È così semplice!

Questo è il motivo per cui più puntate si hanno nel sistema, maggiori sono le possibilità di vincere alla lotteria.

I leader delle slot avranno anche il potere non solo di scegliere i blocchi nella blockchain principale, ma anche di scegliere i blocchi in altre blockchain all’interno dell’ecosistema Cardano.

# 2 Rete

Quindi come fa la rete a influire sulla scalabilità?

Semplice … larghezza di banda.

Le transazioni trasportano dati. Quindi, all’aumentare del numero di transazioni, aumenta anche il requisito delle risorse di rete.

L’idea è piuttosto semplice: se un sistema deve scalare fino a milioni di utenti, la rete avrà bisogno di centinaia di terabyte o exabyte di risorse per sostenersi.

In quanto tale, è impossibile mantenere una topologia di rete omogenea. Cosa significa?

Nella topologia di rete omogenea, ogni nodo della rete inoltra ogni messaggio. Skype è un esempio di una rete di questo tipo in cui la maggior parte del valore è presa da una singola classe di utenti tutti interessati a effettuare una telefonata.

Tuttavia, in una rete decentralizzata, ciò può diventare poco pratico per il potenziamento. Tutti i nodi potrebbero non disporre delle risorse necessarie per trasmettere le informazioni in modo efficace.

Per risolvere questo problema, Cardano sta esaminando un nuovo tipo di tecnologia chiamata RINA, Recursive Inter-Network Architecture creata da John Day. Si tratta di un nuovo tipo di strutturazione delle reti che utilizza politiche e principi ingegneristici ingegnosi.

L’obiettivo di RINA è creare una rete eterogenea che prometta di dare:

  • Privacy.
  • Trasparenza.
  • Scalabilità.

Lo fa in modo da poter indovinare come la rete si organizzerà in termini formali. Si spera che possa interagire perfettamente con i protocolli TCP / IP. Cardano spera di implementarlo in parte entro il 2018 e completamente entro il 2019.

Secondo Wikipedia, “RINA supporta intrinsecamente la mobilità, il multi-homing e la qualità del servizio senza la necessità di meccanismi aggiuntivi, fornisce un ambiente sicuro e programmabile, motiva per un mercato più competitivo e consente un’adozione senza soluzione di continuità.”

# 3 Ridimensionamento dei dati

Infine, abbiamo il ridimensionamento dei dati.

Pensaci.

Le blockchain immagazzinano le cose per l’eternità. Ogni piccolo dato, rilevante o meno, viene archiviato nella blockchain per l’eternità. Man mano che il sistema si espande e sempre più persone entrano, con il puro afflusso di dati la blockchain diventa sempre più ingombrante.

Ora, ricorda che una blockchain viene eseguita perché comprende nodi. Ogni nodo è un utente che archivia una copia della blockchain nel proprio sistema.

Vedi dov’è il problema?

Man mano che la blockchain diventa più voluminosa, richiederà più spazio, e questo è irragionevole per un utente normale con un normale computer.

Il modo in cui Cardano vuole risolvere questo problema è implementando una semplice filosofia: “Non tutti hanno bisogno di tutti i dati”.

Per esempio. se Alice e Bob effettuano una transazione, potrebbe non essere rilevante per nessun altro nella rete. L’unica cosa che devono sapere è che la transazione è avvenuta e che era legittima.

Le tecniche che Cardano sta esaminando sono:

  • Potatura.
  • Abbonamenti
  • Compressione.

Se vengono applicati in modo sinergico, possono effettivamente ridurre sostanzialmente la quantità di dati che un utente deve avere.

Insieme a questo, c’è anche il concetto di partizionamento. Ciò che in realtà significa è che invece di avere un’intera blockchain, un utente può semplicemente avere una parte della blockchain e ridurre notevolmente la quantità di dati che deve archiviare. Cosa che sperano di fare tramite sidechain (ne parleremo più avanti).

L’obiettivo di Cardano qui è quello di utilizzare tutte queste informazioni per comprimere i dati che gli utenti devono consumare senza compromettere la sicurezza o le garanzie che le loro transazioni siano state eseguite correttamente. La ricerca su questo è iniziata all’Università di Edimburgo.

Elemento n. 2: interoperabilità

Ora che abbiamo visto come funziona il lato Scalabilità di Cardano, arriviamo ora al secondo pilastro: l’interoperabilità. La lunga e breve interoperabilità è, come afferma Charles Hoskinson, non ci sarà un token per dominarle tutte.

Diamo un’occhiata all’attuale ecosistema. Nella criptosfera, abbiamo diverse criptovalute come Bitcoin, Ethereum, Litecoin ecc. Allo stesso modo, nel mondo finanziario legacy, abbiamo sistemi come le banche tradizionali che utilizzano SWIFT, ACH ecc..

Il problema sta nel fatto che è estremamente difficile per queste singole entità comunicare tra loro. È difficile per bitcoin sapere cosa sta succedendo in Ethereum e viceversa. Ciò diventa doppiamente difficile quando le banche cercano di comunicare con le criptovalute.

Questo è il motivo per cui gli scambi crittografici, che forniscono un portale tra criptovalute e banche, diventano così potenti e importanti. Tuttavia, c’è di per sé un problema. Gli scambi non sono un’entità decentralizzata e sono estremamente vulnerabili.

  • Possono essere violati.
  • Possono blackout per lunghi periodi per l’aggiornamento del sistema. Questo è fondamentalmente quello che è successo Binance di recente.

Inoltre, c’è un’altra area in cui questa cattiva comunicazione tra il mondo legacy e il mondo crittografico può portare a un risultato disastroso: gli ICO.

Nelle ICO, un’entità ottiene milioni di dollari in cambio dei propri token, tuttavia, risparmiare quel denaro nei propri conti bancari può diventare difficile. Le banche ovviamente vorrebbero sapere da dove vengono tutti quei soldi e chi sono stati quelli che hanno fornito quei soldi che è qualcosa che è quasi impossibile da fornire.

Era necessaria una soluzione più elegante e priva di rischi per l’interoperabilità.

Una moneta di criptovaluta di terza generazione deve fornire un ecosistema in cui ogni singola blockchain può comunicare con un’altra blockchain e con sistemi finanziari legacy esterni.

Quindi, diamo un’occhiata a come Cardano intende aumentare l’interoperabilità sia nel mondo crittografico che in quello legacy.

Il mondo delle criptovalute: comunicazione inter-chain e SideChains

La visione di Cardano è creare un “Internet di blockchain”. Immagina un ecosistema in cui Bitcoin può fluire in Ethereum e Ripple può fluire senza problemi in Litecoin senza la necessità di passare attraverso scambi centralizzati. Questo è il motivo per cui i trasferimenti cross-chain sono qualcosa che Cardano vuole implementare senza intermediari

Un modo in cui Cardano vuole farlo è implementando sidechain.

Sidechain come concetto è stato nei circoli crittografici da un po ‘di tempo ormai. L’idea è molto semplice; hai una catena parallela che corre insieme alla catena principale. La catena laterale sarà attaccata alla catena principale tramite un piolo a due vie.

Cardano supporterà le sidechain basate sulla ricerca di Kiayias, Miller e Zindros (KMZ) che coinvolgono “prove non interattive di prove di lavoro”.

Secondo Hoskinson, l’idea delle sidechain deriva da due cose:

  • Ottenere una versione compressa di una blockchain.
  • Creare interoperabilità tra catene.

Per cosa verrà usato Cardano?

Quando si tratta di aumentare l’interoperabilità con il mondo legacy, Cardano vuole concentrarsi sui tre ostacoli che rendono il mondo crypto incompatibile con il mondo legacy:

  • Metadati.
  • Attribuzione.
  • Conformità.

Ostacolo n. 1: metadati

I metadati indicano la storia dietro la transazione.

Se Alice dovesse spendere 50 USD, i metadati potrebbero essere i seguenti:

  • In cosa ha speso i soldi Alice?
  • A chi ha dato quei soldi Alice?
  • Dove ha speso i soldi?

Sebbene non sia così ben pianificato nello spazio delle criptovalute, è estremamente essenziale nel mondo bancario legacy. In effetti, questo è uno dei motivi principali per cui la maggior parte delle entità ha difficoltà a postare ICO. Semplicemente non hanno i metadati necessari per fornire le banche.

Nel mondo legacy, i metadati sono estremamente importanti. Ecco gli scopi che serve:

  • Scoperta e identificazione delle risorse.
  • Efficace organizzazione elettronica dei dati.
  • Ci dice come i dati vengono scambiati tra i vari sistemi e quindi migliora l’interoperabilità.
  • Molto utile nella protezione delle risorse. Aiuta a identificare le caratteristiche e il comportamento dei dati affinché possano essere replicati se necessario.

Tuttavia, il problema con i metadati è che sono estremamente personali e poiché i dati sono memorizzati nella blockchain su base permanente e trasparente, abbiamo una situazione in cui informazioni estremamente private possono essere apposte permanentemente alla blockchain.

Una delle cose principali su cui Cardano sta ricercando è come allegare selettivamente i metadati alla catena.

Ostacolo n. 2: attribuzione

Analogamente ai metadati, tramite l’attribuzione vengono conosciuti i nomi delle persone coinvolte nelle transazioni. Fondamentalmente, a chi è attribuita una particolare transazione?

Se la blockchain risolve in modo permanente l’attribuzione a se stessa, comprometterà notevolmente la privacy delle persone coinvolte.

Pertanto, Cardano prevede di consentire ai propri utenti di distribuire l’attribuzione come e quando necessario.

Ostacolo n. 3: conformità

Il terzo ostacolo è “Conformità”.

La conformità include fattori come: KYC (Know Your Customer), AML (Anti Money Laundering), ATF (Anti Terrorist Financing) ecc..

La conformità viene utilizzata per verificare la legittimità di una transazione. Fondamentalmente, se Alice paga Bob $ 50, la conformità viene utilizzata per assicurarsi che la transazione non venga eseguita per scopi nefasti.

Sebbene il mondo delle criptovalute non abbia fatto molto su questo fronte, è estremamente critico nel mondo bancario dove è necessario conoscere la storia e la legittimità di ogni transazione.

Ciò su cui Cardano sta ricercando è come utilizzare i metadati e l’attribuzione insieme alla conformità per aiutare i propri utenti ogni volta che hanno bisogno di interagire con le banche.

Elemento n. 3: sostenibilità

Infine, arriviamo al terzo pilastro, la sostenibilità.

Secondo Hoskinson, questo è senza dubbio il più difficile da risolvere. Fondamentalmente significa, come intende Cardano pagare per il suo sviluppo e crescita futuri?

Di solito, quando è necessario eseguire alcuni sviluppi nel sistema e sono richieste sovvenzioni, ci sono un paio di cose che possono accadere:

  • Mecenatismo.
  • ICO

Tuttavia, entrambi hanno un problema.

Con il patrocinio hai il problema di una possibile centralizzazione. Se una grande azienda concede un’enorme quantità di sovvenzioni a una società blockchain, potrebbe dirigere il modo in cui gli sviluppi si sviluppano nel sistema.

Con gli ICO, è come un’improvvisa scossa di denaro senza alcun modello sostenibile e aggiunge un segno completamente inutile all’ecosistema.

È necessario fare qualcosa di diverso e più sostenibile.

In questo senso, Cardano sta progettando di prendere ispirazione da Dash e creare un tesoro.

Come funzionerà il tesoro?

Ogni volta che un blocco viene aggiunto alla catena, una parte della ricompensa del blocco verrà aggiunta al tesoro.

Quindi, se qualcuno vuole sviluppare e apportare alcune modifiche all’ecosistema, presenta una scheda elettorale al Tesoro per chiedere sovvenzioni.

Gli stakeholder dell’ecosistema Cardano poi votano e decidono se il voto debba essere concesso o meno.

Se lo fanno, chi ha presentato la scheda elettorale ottiene la sovvenzione per lo sviluppo.

Questo sistema ha un paio di vantaggi principali:

  • Il tesoro continua a riempirsi man mano che vengono scoperti sempre più blocchi.
  • È direttamente proporzionale alla dimensione della rete. Più grande è la rete, più risorse disponibili e anche il sistema di voto diventa più decentralizzato.

Tuttavia, ci sono alcuni importanti ostacoli prima che questo venga utilizzato.

  • È necessario stabilire un sistema di voto equo.
  • Gli elettori dovrebbero avere un incentivo a votare e partecipare al sistema.
  • Il voto di tutti dovrebbe avere un certo valore in modo che non si verifichi una situazione di tipo “Tragedia dei comuni”.
  • Il processo di presentazione delle schede dovrebbe essere facile e diretto.
  • L’intero processo dovrebbe essere il più decentralizzato possibile.

Fin da ora, Cardano ha identificato un sistema che possono eventualmente utilizzare, che combina la democrazia liquida con un modello di tesoreria incentivata.

Cardano: come funziona la democrazia liquida?

È un sistema che passa in modo fluido dalla democrazia diretta alla democrazia rappresentativa.

Cos'è Cardano Blockchain? Guida passo passo

Il processo ha le seguenti caratteristiche:

  • Le persone possono votare direttamente le loro politiche.
  • Le persone possono delegare le proprie responsabilità di voto a un delegato che può votare le loro politiche per loro.
  • I delegati stessi possono delegare le proprie responsabilità di voto a un altro delegato che può votare per loro conto. Questa proprietà in cui un delegato può nominare il proprio delegato è chiamata transitività.
  • Se una persona, che ha delegato il proprio voto, non gradisce il voto scelto dai propri delegati, può semplicemente ritirare il proprio voto e votare personalmente la politica.

Allora, quali sono i vantaggi della democrazia liquida?

  • L’opinione di ogni singola persona conta e gioca un ruolo nella creazione finale della politica.
  • Per diventare un delegato, tutto quello che bisogna fare è conquistare la fiducia di una persona. Non hanno bisogno di spendere milioni di dollari in costose campagne elettorali. Per questo motivo, la barriera all’ingresso è relativamente bassa.
  • A causa della possibilità di oscillare tra democrazia diretta e delegata, i gruppi minoritari possono essere rappresentati in modo più equo.
  • Infine, ha un modello scalabile. Chi non ha tempo per votare le proprie politiche può semplicemente delegare le proprie responsabilità di voto.

Haskell e Plutus

La codifica di Cardano viene eseguita in Haskell mentre i loro contratti intelligenti saranno codificati in Plutus. Per capire perché questo è un approccio così unico, dobbiamo comprendere alcune nozioni di base sui linguaggi di programmazione.

Quando si parla di lingue, appartengono a due famiglie:

  • Imperativo
  • Funzionale.

Linguaggi di programmazione imperativi

In un approccio imperativo, il programmatore deve mettere giù tutti i passaggi che il computer deve compiere per raggiungere un obiettivo. Tutti i nostri linguaggi di programmazione tradizionali come C ++, Java e persino Solidity sono linguaggi di programmazione imperativi. Questo tipo di approccio alla programmazione è anche chiamato programmazione algoritmica.

Facciamo un esempio di cosa intendiamo con questo. Diamo un’occhiata al C ++. Supponiamo di voler aggiungere 5 e 3.

  • int a = 5;
  • int b = 3;
  • int c;
  • c = a + b;

Quindi, come puoi vedere, il processo di aggiunta richiede più passaggi e ogni passaggio cambia costantemente lo stato del programma poiché vengono eseguiti a turno individualmente.

Un processo di aggiunta ha richiesto quattro passaggi e i passaggi sono:

  • Dichiarare un intero a e assegnargli il valore 5.
  • Dichiarare un intero b e assegnargli il valore 3.
  • Dichiarare un numero intero c.
  • Aggiungendo i valori di eb e memorizzandoli in c.

Linguaggi di programmazione funzionale cardano

La seconda famiglia di linguaggi di programmazione sono i linguaggi funzionali. Questo stile di programmazione è stato creato per costruire un approccio funzionale alla risoluzione dei problemi. Questo tipo di approccio è chiamato programmazione dichiarativa.

Quindi, come funziona la programmazione funzionale?

Supponiamo che ci sia una funzione f (x) che vogliamo usare per calcolare una funzione g (x) e poi vogliamo usarla per lavorare con una funzione h (x). Invece di risolverli tutti in sequenza, possiamo semplicemente raggrupparli tutti insieme in una singola funzione come questa:

h (g (f (x)))

Ciò rende l’approccio funzionale più facile da ragionare matematicamente. Questo è il motivo per cui i programmi funzionali dovrebbero essere un approccio più sicuro alla creazione di contratti intelligenti. Ciò aiuta anche a semplificare la verifica formale, il che significa praticamente che è più facile dimostrare matematicamente cosa fa un programma e come agisce. Ciò conferisce a Cardano la sua proprietà di “codice di alta garanzia”.

Facciamo un esempio reale di questo e vediamo perché può diventare estremamente critico e persino salvare la vita in determinate condizioni.

Supponiamo che stiamo codificando un programma che controlla il traffico aereo.

Come puoi immaginare, la codifica di un tale sistema richiede un alto grado di precisione e accuratezza. Non possiamo semplicemente codificare ciecamente qualcosa e sperare per il meglio quando le vite delle persone sono a rischio. In situazioni come queste, abbiamo bisogno di un codice che possa dimostrare di funzionare con un alto grado di certezza matematica.

Questo è precisamente il motivo per cui l’approccio funzionale è così desiderabile.

Ed è esattamente ciò che Cardano sta usando Haskell per codificare il loro ecosistema e Plutus per i loro contratti intelligenti. Sia Haskell che Plutus sono linguaggi funzionali.

La tabella seguente confronta l’approccio imperativo con l’approccio funzionale.

Cos'è Cardano Blockchain? Guida passo passo

Credito immagine: Docs.Microsoft.com

Quindi, diamo un’occhiata ai vantaggi dell’approccio funzionale:

  • Aiuta con la creazione di codice ad alta garanzia perché è più facile dimostrare matematicamente come si comporterà il codice.
  • Aumenta la leggibilità e la manutenibilità perché ogni funzione è progettata per eseguire un’attività specifica. Le funzioni sono anche indipendenti dallo stato.
  • Il codice è più facile da rifrattare e qualsiasi modifica nel codice è più semplice da implementare. Ciò semplifica lo sviluppo reiterativo.
  • Le singole funzioni possono essere facilmente isolate, il che le rende più facili da testare ed eseguire il debug.

Tuttavia, come per tutto, c’è anche uno svantaggio in questo approccio:

È nuovo.

Ciò significa che è più difficile trovare uno sviluppatore Haskell che trovare uno sviluppatore C ++ e Java e deve essere testato ampiamente in situazioni di vita reale.

Il Cardano ICO

L’ICO Cardano ha raccolto circa $ 62 milioni.

Il gettone di Cardano è chiamato Ada in onore di Ada Lovelace, una matematica del XIX secolo riconosciuta come la prima programmatrice di computer e figlia del poeta Lord Byron.

La prima major release di Cardano, denominata Byron, è stata pubblicata il 29 settembre 2017, che ha visto il lancio della rete principale Cardano.

Commissioni Cardano

Le commissioni per il trasferimento di ADA variano è determinata dalla seguente equazione:

  • tassa di trasferimento = a + b * dimensione.

Dove:

  • a = Una costante che attualmente equivale a 0,155381 ADA
  • b = Un’altra costante che attualmente equivale a 0,000043946 ADA / byte
  • size = La dimensione della transazione (in bytes0.

Questo in effetti significa che la transazione minima che pagherai è 0,155381 ADA e aumenterà di 0,000043946 ADA per ogni aumento di byte della dimensione della transazione.

In ogni epoca, le commissioni di transazione vengono raccolte in un pool e fornite ai leader di slot appropriati.

Roadmap di Cardano

Secondo la roadmap, Cardano verrà rilasciato in 5 fasi:

  • Byron: consente agli utenti di scambiare e trasferire Ada. È stata inoltre lanciata la mainnet Cardano.
  • Shelley: Assicura che la tecnologia sia pronta per diventare un sistema completamente decentralizzato e autonomo
  • Goguen: vedrà l’integrazione di contratti intelligenti.
  • Basho: incentrato sui miglioramenti delle prestazioni.
  • Voltaire: IOHK aggiungerà un sistema di tesoreria e governance.

Cardano: conclusione

Cardano non si basa solo su una solida filosofia, ma anche su una scienza fondamentale. Questo di per sé gli conferisce un vantaggio significativo rispetto ai suoi concorrenti. Inoltre, il fatto che qualcuno come Charles Hoskinson stia aprendo la strada aggiunge solo più credibilità. Dovremo aspettare e vedere fino al 2019 se riusciranno davvero a mantenere tutte le loro nobili promesse.

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me