FINTECH E GLI IMPATTI DELLA PANDEMIA DEL CORONAVIRUS

FINTECH E GLI IMPATTI DELLA PANDEMIA DEL CORONAVIRUS

La pandemia COVID-19 ha preso d’assalto il mondo. Anche questa crisi finirà, ma le sue implicazioni non saranno mai dimenticate. Analogamente alla Grande Recessione, poiché l’industria finanziaria ha subito una grande riforma, la nascita del fintech è stata assistita poco dopo. A questo punto abbiamo appena iniziato a sentire l’impatto sui mercati finanziari, sui consumatori e sulle imprese a livello globale. Il rovescio della medaglia, questa pandemia si è tradotta nel più grande catalizzatore della trasformazione digitale che abbiamo visto negli anni, in cui la digitalizzazione della propria attività è passata da un bene a un must per sopravvivere. La mancanza di un elemento digitale nel proprio lavoro rende il prodotto invendibile poiché il modo in cui i consumatori viaggiano, lavorano, fanno acquisti e interagiscono è cambiato drasticamente. Cosa significa questo per l’industria fintech? La storia fornisce una forte evidenza di questa correlazione. Uno studio su “Crisi finanziaria mondiale e criminalità informatica” [1] sottolinea che nel 2008-2009 “la crisi finanziaria mondiale ha provocato un aumento della produzione di spam dopo il crollo iniziale di metà settembre di Lehman Brothers Bank, Bank of America e AIG. Con il crollo dei mercati azionari mondiali, gli spammer hanno tentato di attirare i destinatari promuovendo servizi che sostenevano di eliminare o sfruttare debiti, mutui e altri obblighi fiscali o di prestito “. Pertanto, questo articolo cercherà di delineare in che modo le diverse aree nello spazio fintech che sono state influenzate dalla pandemia in discussione.

I. Pagamenti

La possibilità di una recessione nel 2020 è aumentata notevolmente con Good Judgment[2] le stime dei meteorologi di una recessione negli Stati Uniti entro la fine di marzo 2021, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) e i Fondi monetari internazionali (FMI), nonché banche come JP Morgan hanno abbassato le loro stime per la crescita globale. Le aziende che si occupano di macchine POS hanno visto un impatto negativo poiché i negozi al dettaglio hanno rapidamente chiuso i battenti per prevenire l’ulteriore diffusione del virus[3]. Inoltre, a causa delle restrizioni sui viaggi, il settore dei pagamenti digitali ha visto una diminuzione del numero di transazioni a causa dell’impatto sui viaggi aerei e l’ospitalità con un aumento delle cancellazioni e dei rimborsi in tutto il mondo[4].

Tuttavia, non è tutto negativo nello spazio fintech. A causa dell’elevato utilizzo dei siti web di e-commerce, c’è stato anche un leggero aumento delle transazioni digitali poiché ai residenti di varie giurisdizioni non resta altra scelta che fare acquisti online. In Sud Africa, il pagamento online Ozow ha registrato il 35-40% in più di transazioni poiché le persone si astengono dal toccare contanti e macchine POS[5]. La società ha anche affermato di aver assistito alla maggiore richiesta da parte di farmacie e rivenditori.

Il fintech è un settore complesso e sfaccettato: in cui le startup nel settore dei prestiti stanno trovando un po ‘più difficile, quelle nello spazio di elaborazione dei pagamenti potrebbero assistere a un’impennata in quel segmento a causa di individui che utilizzano metodi di pagamento digitali senza contatto (portafogli, trasferimenti P2P, pagamenti contactless) piuttosto che contanti. Una regola generale che si applica a tutti i segmenti industriali sarebbe il percorso verso la redditività. Ciò costringerà i fondatori di startup a cercare modi per risparmiare denaro e acquisire clienti in modo più intelligente, piuttosto che cercare di intraprendere schemi per arricchirsi rapidamente.

II. Prestito

Tradizionalmente, le persone prendono prestiti per fare acquisti di grandi dimensioni, ma poiché la maggior parte dei negozi fisici al dettaglio che inducono un certo modello di comportamento di spesa sono chiusi, le persone spendono meno in cose non essenziali, portando a una mancanza di “ necessità ” di prendere in prestito denaro per acquistare beni di lusso merce[6]. Inoltre, molti si trovano ad affrontare una riduzione parziale o totale dei salari che si traduce in un mancato rimborso da parte dei mutuatari che hanno affrontato difficoltà finanziarie a causa di un calo dello stipendio imposto dal COVID-19. I pacchetti di salvataggio sono ricercati in tutto il mondo con istituti di credito in Italia, Regno Unito e India che hanno offerto vacanze di rimborso. Ciò dà il via a una diminuzione del numero di prestiti elaborati a livello globale poiché le persone non sarebbero in grado di rimborsare i prestiti per molto tempo.

Il rovescio della medaglia, i prestiti saranno essenziali per le piccole e medie imprese che attualmente stanno soffrendo a causa dei clienti che acquistano meno. Vari governi stanno aiutando queste imprese a passare a un’attività incentrata sulla tecnologia, ove possibile, per mettere i fondi nelle mani delle piccole imprese più velocemente delle banche commerciali.

#Crypto ExchangeBenefits

1

Binance
Best exchange


VISIT SITE
  • ? The worlds biggest bitcoin exchange and altcoin crypto exchange in the world by volume.
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

2

Coinbase
Ideal for newbies


Visit SITE
  • Coinbase is the largest U.S.-based cryptocurrency exchange, trading more than 30 cryptocurrencies.
  • Very high liquidity
  • Extremely simple user interface

3

eToro
Crypto + Trading

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

III. Minacce alla sicurezza informatica

I vantaggi ottenuti dalle aziende che rafforzano la loro “presenza online” in questi giorni ed età stanno diventando sempre più contrastati da alcuni problemi che stanno diventando prevalenti. Un’osservazione chiave che si può trarre è che Internet ha influenzato il mondo della criminalità organizzata e il mercato criminale. I crimini informatici imitano la mentalità dei crimini di strada e sono visti aumentare man mano che la società attraversa cambiamenti e sfide. Con il mondo che attualmente focalizza la sua attenzione sulla massiccia minaccia rappresentata dalla pandemia, con la maggior parte della popolazione mondiale sotto una qualche forma di blocco, è probabile che i criminali informatici prosperino in un clima simile.

Le istituzioni finanziarie affrontano una sfida molto seria in questo senso, e quindi la necessità di un sistema che non solo protegga, ma prevenga anche tali attacchi, è diventata molto più pronunciata con l’avvento del coronavirus. La situazione del mercato ricorda il 2008, cioè un crollo del mercato azionario, una recessione e un passaggio della società alla soglia di povertà. Uno studio di Cybersecurity Ventures prevede che il crimine informatico costerà al mondo oltre 6 trilioni di dollari all’anno entro il 2021, rispetto ai 3 trilioni di dollari USA nel 2015[7].

Le società di servizi finanziari sembrano essere l’obiettivo preferito per gli attacchi informatici. Finastra[8], un importante fornitore di soluzioni tecnologiche fintech per banche globali, ha annunciato di aver scoperto una violazione della sicurezza il 20 marzo 2020 che ha portato la società a chiudere il suo sistema chiave a causa di un gruppo di hacker sconosciuto che tentava di indurre malware nella rete attraverso un attacco ransomware. Tali attacchi non si verificano solo nelle società fintech in erba, ma hanno anche colpito aziende del calibro della Banca centrale europea, che ha dovuto chiudere il sito web del Dizionario integrato dei rapporti delle banche dopo che la manutenzione ordinaria ha scoperto un attacco informatico che stava compromettendo i dati dei suoi iscritti alla newsletter.

Ci sono una miriade di esempi che possono essere citati, ma il punto principale è che la natura degli attacchi nello spazio dei servizi finanziari continuerà a crescere a livelli di sofisticazione oltre che in numero, e l’avvento del coronavirus servirà solo come un catalizzatore.

#CRYPTO BROKERSBenefits

1

eToro
Best Crypto Broker

VISIT SITE
  • Multi-Asset Platform. Stocks, crypto, indices
  • eToro is the world’s leading social trading platform, with thousands of options for traders and investors.

2

Binance
Cryptocurrency Trading


VISIT SITE
  • ? Your new Favorite App for Cryptocurrency Trading. Buy, sell and trade cryptocurrency on the go
  • Binance provides a crypto wallet for its traders, where they can store their electronic funds.

#BITCOIN CASINOBenefits

1

Bitstarz
Best Crypto Casino

VISIT SITE
  • 2 BTC + 180 free spins First deposit bonus is 152% up to 2 BTC
  • Accepts both fiat currencies and cryptocurrencies

2

Bitcoincasino.io
Fast money transfers


VISIT SITE
  • Six supported cryptocurrencies.
  • 100% up to 0.1 BTC for the first
  • 50% up to 0.1 BTC for the second

IV. Blockchain

Il graduale crollo, o perlomeno il cambiamento sismico, che il sistema finanziario tradizionale subirà, apre la strada alla prosperità dei sistemi di livello inferiore. Per sistemi di livello inferiore, si intendono sistemi che funzionano senza, o con poco intervento, da strutture di alto livello che tendono ad essere centralizzate. I sistemi di pagamento P2P sono già fiorenti nelle regioni in cui le istituzioni finanziarie centralizzate non sono presenti o di difficile accesso, e con un altro crollo finanziario in arrivo, è probabile che tali sistemi di pagamento P2P cresceranno in popolarità anche nelle regioni considerate sviluppate. Allo stesso modo, l’accesso ai sistemi di prestito che consentono il microprestito potrebbe rivelarsi salvavita per le PMI. Tali sistemi di pagamento e prestito trarranno grande vantaggio dall’uso della tecnologia blockchain, soprattutto perché le istituzioni finanziarie centralizzate sono state finora la pietra angolare della fiducia per questi sistemi che intrinsecamente trarrebbero vantaggio dalla “mancanza di fiducia”.

La resilienza dei sistemi decentralizzati e distribuiti è anche un fattore chiave nella guerra contro i criminali informatici, soprattutto perché i dati sono considerati il ​​”nuovo petrolio” e spesso sono l’obiettivo di attacchi dannosi. Si sta esplorando la salvaguardia dell’accuratezza e la custodia dei dati attraverso la tecnologia blockchain, con varie implementazioni che stanno venendo alla luce[9]. Allo stesso modo, un’ulteriore decentralizzazione del Domain Name System ostacolerebbe i criminali informatici in vari attacchi come gli attacchi DDoS.

Conclusione

La pandemia di coronavirus colpirà aziende di tutte le dimensioni. Sebbene sia comprensibile che la maggior parte delle aziende si stia spostando online per rimanere rilevante, è essenziale che i sistemi implementati consentano l’accesso remoto e assicurino che VPN e altri sistemi di accesso remoto siano completamente patchati. L’implementazione dell’autenticazione a più fattori, il miglioramento del monitoraggio del sistema per ricevere il rilevamento precoce e gli avvisi, nonché la garanzia che tutte le macchine abbiano firewall configurati correttamente, sono alcuni elementi essenziali della sicurezza informatica da considerare. Tuttavia, come evidenziato sopra, le soluzioni future dovrebbero tenere a mente le parole “all’avanguardia” in termini di valutazione; se tali soluzioni fanno uso della tecnologia blockchain attraverso miglioramenti pratici piuttosto che utilizzare la blockchain per il gusto di farlo, allora dovrebbero essere attentamente considerate. Oltre alle ramificazioni tecniche, ci si dovrebbe anche prendere il tempo per esaminare le risorse, vedere cosa è necessario per ridimensionare. Lasciare andare le persone dovrebbe essere l’ultima opzione, ma scavare in profondità nei contratti stabiliti, restare a galla per i prossimi otto o dodici mesi senza compromettere le misure di sicurezza informatica, probabilmente renderà la tua impresa un successo.

_____________________

  1. Crisi finanziaria mondiale e criminalità informatica di Bashar Matameh et al, Int.J.Buss.Mgt.Eco.Res., Vol 2 (1), 2011,124-130, Deparment of Business Administration, Delmon Univesity
  2. https://qz.com/1790113/will-there-be-a-recession-in-2020/ ultimo accesso 27 aprile 2020
  3. Il CEO di Pine Labs, Amrish Rau, ha notato che le loro transazioni sono diminuite del 40% pochi giorni fa. Ciò potrebbe essere testimoniato anche dalla diminuzione della capitalizzazione di mercato M-o-M dei grandi processori di pagamento come Mastercard con un calo del 25% e Visa con un calo del 20% della capitalizzazione di mercato.
  4. In India, aziende come Razorpay hanno registrato un calo del 40% nelle transazioni digitali online a causa del divieto di viaggio, nonché a causa di cancellazioni e rimborsi
  5. “I pagamenti digitali crescono tra le paure di COVID-19”, Sibahle Malinga, ITWeb <https://www.itweb.co.za/content/j5alrMQaya2MpYQk> accesso 27 aprile 2020
  6. Colpo da 33 a 43 miliardi di dollari, secondo AllianceBernstein e BCG
  7. https://www.herjavecgroup.com/the-2019-official-annual-cybercrime-report/ ultimo accesso 27 aprile 2020
  8. https://www.cbronline.com/news/finastra-hacked ultimo accesso 27 aprile 2020
  9. “Utilizzo della tecnologia Blockchain per aumentare la sicurezza informatica”, Yuliia Horbenko < https://steelkiwi.com/blog/using-blockchain-technology-to-boost-cybersecurity/> accesso 27 aprile 2020

Mike Owergreen Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me